Condividi

Fibra, Open Fiber: i reali di Svezia a Roma

Una delegazione con la Principessa Ereditaria Victoria di Svezia e il Principe Daniel, la Ministra per il Commercio Estero Anna Hallberg e rappresentanti di aziende e istituti di ricerca svedesi in visita nella Capitale per accelerare una trasformazione digitale sostenibile nei rispettivi Paesi in particolare nel campo dell’FTTH

Fibra, Open Fiber: i reali di Svezia a Roma

Un’Europa più verde, più digitale e più competitiva. Questo è l’obiettivo della visita al quartier generale di Open Fiber a Roma, nella mattina del 19 ottobre 2021, della Principessa Ereditaria Victoria di Svezia e il Principe Daniel, di Anna Hallberg , Ministro per il Commercio Estero, insieme a una delegazione di aziende e istituti di ricerca svedesi.

Si tratta della prima visita in Italia di un ministro svedese dall’inizio della crisi pandemica. Nel contesto della ripartenza economica dell’Ue, questa visita offre l’occasione di esplorare le opportunità di cooperazione per accelerare una trasformazione digitale sostenibile nei rispettivi Paesi in particolare nel campo dell’FTTH (Fiber To The Home), la fibra ottica che arriva direttamente all’interno delle case.



“La collaborazione tra Open Fiber e Business Sweden è fruttuosa e continuerà a garantire opportunità di sviluppo per entrambi, nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi europei di digitalizzazione del continente”, ha commentato Mario Rossetti, Direttore Generale di Open Fiber. Gli ospiti hanno anche visitato il Service Operation Center (SOC), il centro di intelligenza tecnologica da cui Open Fiber gestisce il monitoraggio e l’esercizio della sua rete su tutto il territorio italiano.

La delegazione comprende aziende innovative svedesi di varie dimensioni, attive nella transizione ecologica e nella digitalizzazione dell’industria e della società, in grado di offrire soluzioni sostenibili e smart al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). Inoltre, fanno parte della delegazione anche l’università Chalmers University of Technology, l’Istituto svedese di ricerca e innovazione RISE e la confederazione svedese delle imprese Swedish Enterprise. 

Durante la visita, la delegazione visiterà la Sala di Controllo della Smart Road ANAS sull’autostrada A91 “Roma – Aeroporto di Fiumicino” e avrà l’opportunità di incontrare rappresentanti del governo italiano, tra cui il Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani e il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando che ha sottolineato la volontà di “rafforzare le relazioni commerciali e le opportunità di cooperazione tra Svezia e Italia da una prospettiva smart e sostenibile”.

“I nostri paesi condividono un forte impegno per l’ambiente che apre la strada a una maggiore collaborazione. La visita è un’occasione per stabilire contatti con il governo italiano e un’opportunità per prestare particolare attenzione alle soluzioni, alle aziende e alle eccellenze svedesi nell’industria smart e sostenibile.”, ha dichiarato Hallberg.

I reali e la delegazione svedese hanno anche visitato la sede di Enel X di Tor di Quinto a Roma e l’Istituto Svedese di Studi Classici. L’appuntamento ha permesso di conoscere le tecnologie per la ricarica di veicoli elettrici e di approfondire le strategie di Enel X ed Enel Green Power per la transizione energetica in Italia ma anche a livello globale.

Commenta