Condividi

Ferrari mette il turbo agli utili (+60%)

Nel primo trimestre le consegne totali hanno raggiunto quota 2.003 auto, in aumento di 121 unità (+6,4%) – Molto bene le vendite dei modelli a 12 cilindri (V12).

Ferrari mette il turbo agli utili (+60%)

Ferrari manda in archivio il primo trimestre dell’anno con un utile netto di 124 milioni di euro (pari a 65 centesimi), in crescita del 60% rispetto ai 78 milioni dello stesso trimestre del 2016.

I ricavi netti sono stati pari a 821 milioni (+21,5%), mentre le consegne totali hanno raggiunto quota 2.003 auto, in aumento di 121 unità (+6,4%). L’indebitamento industriale netto è sceso a 578 milioni di euro.



L’Ebitda adjusted si è attestato a 242 milioni, con un margine che attualmente si colloca al 29,5%. Confermato l’outlook per il 2007.

Fra gennaio e marzo sono aumentate del 50% le vendite dei modelli a 12 cilindri (V12), mentre sono scese del 3% quelle dei modelli a 8 cilindri (V8).

La forte performance dei modelli V12 – sottolinea la casa di Maranello – è stata guidata dalla GTC4Lusso, da La Ferrari Aperta e dalla F12tdf, andamento in parte compensato da quello della F12berlinetta, giunta al suo sesto anno di commercializzazione e in via di uscita dal mercato.

Tutte le regioni hanno fornito un contributo positivo. Nella zona Emea, che ha registrato un’espansione dell’8,8%, Germania, Francia, Italia e Regno Unito hanno messo a segno una crescita a due cifre.

Le Americhe sono cresciute del 4,2%, mentre il Resto della regione Asia Pacifico (Apac) del 4%. Cina, Hong Kong e Taiwan, su base aggregata, hanno registrato un +3,2%.

Dopo la diffusione di questi dati, il titolo in Borsa di Ferrari guadagna il 3,5%, a 72,00 euro.

Commenta