Condividi

Etica Sgr: patrimonio più che raddoppiato in 2 anni

La società del gruppo Banca Etica è arrivata a gestire 3 miliardi di euro a fine 2016, più del doppio rispetto al 2014 e circa sei volte il valore del 2012 – Nell’ultimo anno i clienti sono cresciuti del 30% – Mezzo milione di euro devoluto a iniziative a sostegno della finanza etica

Etica Sgr: patrimonio più che raddoppiato in 2 anni

Continua a crescere in Italia la finanza attenta al sociale e all’ambiente. Il patrimonio di Etica Sgr – società di gestione di Banca Etica, l’unico istituto che nel nostro Paese si concentra esclusivamente su questo settore – ha raggiunto i 2,9 miliardi di euro a fine 2016 per poi superare la soglia dei 3 miliardi nel primo trimestre del 2017. Il valore è cresciuto di circa sei volte rispetto al 2012 (quando si attestava a 504 milioni) ed è più che raddoppiato rispetto al 2014 (1,3 miliardi).

Alla fine dell’anno scorso – si legge in una nota della società – i clienti hanno superato quota 151mila, mettendo a segno una crescita del 29% rispetto al 2015. Secondo le rilevazioni di Assogestioni al 31 dicembre 2016, Etica Sgr è il primo operatore in Italia nel settore dei fondi comuni etici, con una quota di mercato pari al 48%.


Per quanto riguarda il bilancio 2016, si è chiuso con un utile netto di 3 milioni di euro. Le commissioni attive sono salite a 33 milioni, mentre il margine di intermediazione si è attestato a 10,8 milioni e l’utile lordo ha raggiunto i 4,6 milioni di euro.

Ai soci sarà distribuito un monte dividendi di 2.385.000 euro, pari a 5,3 euro per azione. Alla luce del buon andamento della società negli ultimi anni, gli azionisti hanno deciso di devolvere una parte degli utili (circa 500mila euro) a iniziative a sostegno della finanza etica e dell’economia sostenibile.

In particolare, saranno finanziati progetti riguardanti l’educazione alla finanza etica e al risparmio popolare, la ricerca e lo sviluppo della finanza etica e la promozione di attività economiche ad alto valore sociale o ambientale. Entro la fine dell’anno la società definirà modalità e tempi per selezionare i progetti finanziabili.

Il buon andamento della raccolta del 2016 ha permesso di aumentare a circa 2,5 milioni di euro il patrimonio del fondo dedicato ai progetti di microfinanza e crowdfunding in Italia. Questo fondo, gestito da Banca Etica e alimentato attraverso il contributo facoltativo dei sottoscrittori dei fondi Valori Responsabili (0,1% del capitale investito), ha permesso l’anno scorso di erogare 88 finanziamenti (microcrediti) nel corso del 2016, il 27% dei quali ha fatto avviare nuove iniziative imprenditoriali.

La quota destinata al crowdfunding ha contribuito al sostegno economico di 11 iniziative ad alto impatto sociale e ambientale promosse da Banca Etica. In questo modo è stato possibile sostenere progetti focalizzati sullo sviluppo di percorsi di rigenerazione urbana e di tutela dei beni comuni. Il dettaglio dei progetti finanziati è disponibile sul sito www.eticasgr.it.

Commenta