Condividi

Donnet: con Cattolica “Generali rafforza la sua leadership”

Soddisfazione del Ceo di Generali dopo l’ufficializzazione dei risultati finali dell’Opa del Leone su Cattolica, per i suoi effetti sul mercato assicurativo italiano ed europeo

Donnet: con Cattolica “Generali rafforza la sua leadership”

“Il successo di questa operazione consolida il primato di Generali nel mercato assicurativo italiano e il suo posizionamento tra i principali gruppi assicurativi europei, in linea con gli obiettivi del piano strategico ‘Generali 2021’. L’ampio riscontro ricevuto dal mercato testimonia la validità della nostra offerta”. Con queste parole Philippe Donnet, Ceo di Generali, commenta i risultati ufficiali dell’Opa totalitaria lanciata dal Leone su Cattolica Assicurazioni.

Al termine dell’operazione “risultano portate in adesione 138.842.677 azioni – fa sapere il gruppo triestino – pari a circa il 79,660% delle azioni oggetto dell’offerta e al 60,803% del capitale sociale dell’emittente”. Generali arriva così a detenere l’84,475% di Cattolica Assicurazioni. Il corrispettivo pagato per ciascuna azione è pari a 6,75 euro (cifra che include le cedole relative ad eventuali dividendi distribuiti dalla società veronese). Il pagamento è previsto per domani, 5 novembre.



Secondo Donnet, il risultato positivo dell’Opa “permetterà di integrare al meglio i modelli di business di Generali e Cattolica, come già emerso in occasione della partnership siglata a giugno 2020, e consentirà una significativa creazione di valore per tutti gli stakeholder”.

Marco Sesana, country manager e Ceo di Generali Italia, ha aggiunto: “Con Cattolica rafforzeremo ulteriormente il nostro supporto all’economia reale, generando benefici per tutti gli stakeholder, in particolare i clienti e le persone che vi lavorano. L’operazione permetterà di valorizzare ulteriormente le aree distintive di Cattolica, mettendo a disposizione l’innovazione e la tecnologia di Generali Italia”.

Il successo dell’Opa “permette a Generali di accelerare la diversificazione del business in favore del segmento Danni – prosegue la nota del gruppo – e conferma l’impegno a perseguire la crescita profittevole del Gruppo, creando valore per i clienti coerentemente all’ambizione di Generali di essere Partner di Vita”.

Generali sottolinea inoltre di aver stabilito, grazie alla partnership strategica già in corso tra i due gruppi, un percorso “di integrazione con milestones precise ed efficaci meccanismi di esecuzione”. Il Leone prevede di realizzare così “importanti sinergie attraverso economie di scala”, conclude la nota.

Commenta