Condividi

Credit Suisse, conti da incubo nel 2011: utile sotto le attese (-62%)

Il colosso del credito svizzero ha registrato un utile di 1,61 miliardi di euro, nettamente inferiore alle previsioni degli analisti – Nell’ultimo trimestre del 2011 ha segnato una perdita di 637 milioni: la prima dal 2008 – A pesare è stato un piano da 981 milioni di franchi per ridurre i costi e diminuire i rischi.

Credit Suisse, conti da incubo nel 2011: utile sotto le attese (-62%)

La seconda banca svizzera inizia a tremare. Credit Suisse ha tirato le somme dell’anno che si è appena concluso e non si può dire troppo soddisfatta: l’utile netto è sceso a 1,95 miliardi di franchi (1,61 miliardi di euro), il 62% in meno rispetto ai profitti registrati nel 2010 e ben al di sotto delle attese degli analisti. Nell’ultimo trimestre del 2011 il gruppo bancario elvetico ha segnato una perdita di 637 milion,i contro l’utile da 841 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. E’ la prima perdita della banca dal 2008.

A pesare sui conti dell’istituto svizzero è stato un piano di riduzione dei costi e diminuzione dei rischi, che ha portato al taglio di 3.500 effettivi, costato 981 milioni di franchi. Credit Suisse verserà agli azionisti un dividendo di 0,75 franchi, in netto calo rispetto a quello del 2010 (1,30 euro). Questa mattina l’euro vale 1,2047 franchi svizzeri.



Commenta