Condividi

Credem, finanziamenti a Pmi saliti a 9 miliardi nel 2018

Il plafond a sostegno delle piccole e medie imprese italiane è stato incrementato di 3,5 miliardi di euro rispetto al 2017, e ha riguardato un bacino complessivo di 100mila aziende, di cui 30mila già clienti.

Credem, finanziamenti a Pmi saliti a 9 miliardi nel 2018

Credem, in linea con gli obiettivi di sviluppo e di crescita del gruppo, prosegue con decisione la strategia di sostegno al tessuto economico italiano ed in particolare alle aziende che investono per crescere e concretizzare i loro progetti d’impresa.

In particolare, sono 9 i miliardi di euro di finanziamenti che sono stati complessivamente stanziati per le piccole e medie imprese clienti e potenziali nuovi clienti nel corso del 2018 e disponibili fino alla fine dell’anno. Il plafond ha riguardato un bacino complessivo di 100 mila aziende di cui 30 mila già clienti e 70 mila potenziali nuovi clienti. Il target a cui ci si è rivolti è rappresentato da piccole medie imprese, artigiani, agricoltori e liberi professionisti, che abbiano tra l’altro l’obiettivo di gestire le esigenze di liquidità, generalmente accentuate verso fine anno, per il pagamento di tredicesime, acconti per imposte di fine novembre, anticipi Iva, oltre ad altre necessità finanziarie quali il finanziamento del magazzino o il pagamento anticipato dei fornitori.



Il plafond disponibile complessivo è stato suddiviso per regione, in relazione al tessuto economico e al numero di aziende con le migliori prospettive di sostenibilità del debito: oltre 1,4 miliardi per l’Emilia Romagna, circa 2,3 miliardi alla Lombardia, 1,1 miliardi al Veneto, 600 milioni alla Toscana, 500 milioni al Piemonte, 570 milioni alla Campania, 680 milioni al Lazio, 420 milioni alla Puglia, 360 milioni alla Sicilia.

Il Gruppo Credem a fine settembre 2018 ha aumentato i prestiti alla clientela del 2,6% a/a rispetto al sistema che segna +1,55% nello stesso periodo, raggiungendo 24 miliardi di euro. Il Gruppo ha mantenuto inoltre la qualità dell’attivo ai vertici del sistema bancario con sofferenze nette su impieghi netti a 1,05 % (dato a fine settembre), dato significativamente inferiore alla media di sistema pari a 2,32%.

I risultati del Gruppo ed il contesto economico ci hanno spinto a puntare sulle piccole e medie imprese con decisione”, ha dichiarato Gabriele Decòresponsabile commerciale small business di Credem,“incrementando il plafond a loro favore che è salito a 9 miliardi di euro. Nel 2017”, ha proseguito Decò,“abbiamo creato una rete dedicata alle Pmi con 60 centri small business supportati da un’importante squadra di professionisti focalizzati sullo sviluppo della nuova clientela. Nel corso del 2018 abbiamo anche effettuato investimenti su persone, formazione e IT che ci consentiranno di offrire un servizio sempre più in linea con le esigenze delle Pmi”, ha aggiunto Decò.“Oltre a questa iniziativa abbiamo rinnovato diversi accordi con il Fondo Europeo per gli Investimenti per sostenere con maggiore decisione i progetti delle imprese che hanno idee innovative di crescita ed inoltre abbiamo attivato, per allargare l’ambito di intervento servizi anche per il welfare dei dipendenti attraverso una partnership con Eudaimon”, ha concluso Decò.

Il Gruppo Credem è presente su tutto il territorio nazionale con 661 tra filiali, centri imprese, e negozi finanziari, 6.231 dipendenti, 821 consulenti finanziari con mandato, 190 subagenti finanziari e 95 agenti finanziari specializzati nella cessione del quinto dello stipendio.

Commenta