Condividi

Commerzbank: utili a picco, ma nessuno shock

Nel 2016 i profitti della seconda Banca tedesca sono crollati a 279 milioni di euro dagli 1,08 miliardi del 2015, ma non ha comunque deluso le attese

Commerzbank: utili a picco, ma nessuno shock

Commerzbank archivia il 2016 con un utile netto consolidato in forte calo, a 279 milioni dagli 1,08 miliardi del 2015, ma comunque leggermente oltre le attese, che erano di 220-250 milioni. La seconda Banca tedesca precisa che l’utile operativo di gruppo è sceso nell’esercizio del 28% a 1,4 miliardi (da 1,94 miliardi nel 2015) “a causa delle difficili condizioni di mercato e del continuo scenario di bassi tassi che ha avuto un impatto negativo sul margine di interesse”.

Il requisito patrimoniale Cet1, con la piena attuazione di Basilea3, si è attestato al 12,3% a fine 2016 dal 12% di un anno prima, “ben al di sopra di quanto richiesto a livello regolatorio”. La Banca non ha dato alcuna indicazione precisa sull’andamento nell’intero 2017.



“Nel 2016 abbiamo registrato risultati solidi e migliorato i requisiti patrimoniali – commenta il ceo, Martin Zielke – Tuttavia non possiamo dirci soddisfatti della redditività” e, per questo, “dobbiamo attuare con determinazione la nostra strategia ‘Commerzbank 4.0’. Oggi abbiamo gli spazi di manovra necessari per farlo e possiamo affrontare i cambiamenti come previsto. Perseguiamo, passo dopo passo, gli obiettivi che ci siamo posti”.

Nel solo quarto trimestre la Banca ha registrato un utile netto di 183 milioni (193 milioni un anno prima) e un risultato operativo di 337 milioni (384 milioni).

Commenta