Condividi

CAMPIONATO – Lazio-Milan, grande calcio a Roma tra due squadre che vogliono andare in Champions

CAMPIONATO – Big match all’Olimpico tra due squadre che sognano l’ingresso in Champions – I rossoneri recuperano Pato e si affidano a Pazzini – Fuori Abbiati – Petkovic carica i laziali: “Siamo favoriti ma dobbiamo dimostrarlo sul campo”

Non sarà una partita decisiva, almeno stando alle dichiarazioni di Galliani, ma di sicuro per Massimiliano Allegri la sfida con la Lazio ha una valenza particolare. La classifica dice che il Milan è undicesimo con 7 punti, a 8 lunghezze dal terzo posto che vale la Champions League, occupato proprio dai biancoazzurri di Petkovic e dall’Inter di Stramaccioni. Insomma, è ora di cominciare a correre, altrimenti la stagione rischia di diventare una lunga agonia, a cui l’attuale allenatore rossonero potrebbe anche non sopravvivere. “Le parole di Galliani mi hanno fatto piacere, ma tutta la società mi ha dimostrato fiducia – ha detto Allegri in conferenza stampa. – Siamo una squadra che è cambiata molto, che lavora insieme solo da due mesi e forse ci vuole un po’ di tempo. Ma sono certo che miglioreremo e faremo bene sia in campionato che in Champions. Adesso non possiamo parlare di scudetto o terzo posto, dobbiamo solo pensare a risalire, ma a Natale vedrete: saremo molto più su in classifica”.

Dunque nessun proclama, anche perché la partita di Roma (ore 20.45) si presenta piuttosto complicata: “Dovremo stare molto attenti, perché la Lazio è un’ottima squadra, fatta di tecnica, di palleggiatori, che se va in vantaggio difficilmente subisce. Dovremo fare una partita attenta a livello tecnico e tattico, servirà intensità, perché se è vero che ci manca qualche punto in classifica, è anche vero che se ne abbiamo solo 7 vuol dire che quanto abbiamo fatto non è abbastanza. Ad esempio dobbiamo smetterla di prendere gol su palla inattiva, e siccome fare gol è fondamentale, dobbiamo essere più incisivi sottoporta”. A questo proposito, il ritorno di Pato arriva come manna dal cielo, a patto che il brasiliano sia davvero guarito: “Lo vedo benissimo, sia mentalmente che fisicamente. Ovviamente ora non ha i 90’ nelle gambe, ma con l’andare del tempo dovrà tornare il giocatore decisivo che sa essere. Questa volta credo che il suo rientro sarà diverso dagli altri, non c’è nessuna paura di nuovi infortuni”. Pato sarà dunque a disposizione del tecnico già da stasera, anche se quasi certamente non partirà dal primo minuto: “Non saprei, devo valutare, ma credo che ci siano più possibilità che dall’inizio giochi Pazzini”. Per il resto formazione-tipo, a parte Abbiati che, per via di un’infiammazione alle vie respiratorie, sarà sostituito da Amelia. Dall’altra parte ci sarà una Lazio caricata dal pubblico (all’Olimpico previsti almeno 40mila spettatori) e da Petkovic, che anche ieri non si è nascosto: “Guardando la classifica, e dato che giochiamo in casa, siamo favoriti ma dobbiamo dimostrarlo sul campo. Il Milan verrà per fare una grande partita, i rossoneri non sono affatto una nobile decaduta”.  



 

PROBABILI FORMAZIONI

Lazio (4-5-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Lulic; Candreva, Gonzalez, Ledesma, Hernanes, Mauri; Klose.

In panchina: Bizzarri, Carrizo, Ciani, Scaloni, Brocchi, Ederson, Stankevicius, Cana, Onazi, Rocchi, Kozak, Floccari.

Allenatore: Vladimir Petkovic.

Indisponibili: nessuno.

Squalificati: Sculli.

 

Milan (4-2-3-1): Amelia; Abate, Bonera, Yepes, De Sciglio; De Jong, Montolivo; Emanuelson, Boateng, El Shaarawy; Pazzini.

In panchina: Gabriel, Zapata, Antonini, Mexes, Acerbi, Nocerino, Constant, Flamini, Bojan, Pato.

Allenatore: Massimiliano Allegri.

Indisponibili: Strasser, Didac Vilà, Muntari, Mesbah, Robinho, Abbiati.

Squalificati: Ambrosini.

 

Arbitro: Paolo Tagliavento (Terni).

Assistenti di linea: Di Liberatore – Cariolato.

Assistenti di porta: Mazzoleni – Gervasoni.

Quarto uomo: Nicoletti.

Commenta