Condividi

Bpm e Banco Popolare volano e la Borsa festeggia

Exploit a Piazza Affari delle due banche prossime al matrimonio e la Borsa milanese diventa la migliore d’Europa – Bene anche Mps e i petroliferi – Soffre però Acea su cui pesa l’effetto Raggi – Tutte positivi i listini europei e a Wall Street il Dow riacciuffa quota 18 mila.

Bpm e Banco Popolare volano e la Borsa festeggia

L’economia europea accelera e spinge al rialzo le Borse del Vecchio Continente già ben intonate dopo le parole di Janet Yellen di ieri. Il Ftse Mib sale dell’1,99% chiudendo sopra i 18mila punti, migliore Borsa del Vecchio Continente, seguita da Francoforte +1,65%, Parigi +1,19% e Londra +0,18%.

Nel primo trimestre del 2016 il Pil della zona euro ha fatto registrare un progresso dell’1,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Si tratta della terza ed ultima stima che indica su base trimestrale un incremento dello 0,6%. Tali previsioni superano quelle annunciate lo scorso mese, rispettivamente dello 0,5% sul trimestre e dell’1,5% sull’anno. Inoltre, in mattinata è stato diffuso il dato sulla produzione industriale tedesca che torna a salire ad aprile dopo due mesi di calo e fa meglio delle attese degli analisti guadagnando un +0,8% rispetto a marzo e un +1,2% su base annuale. 

Ma l’ottimismo dei listini è stato incoraggiato dalle parole della Yellen che ha deciso di rinviare il rialzo dei tassi. Così a Wall Street l’S&P500 che si porta vicina ai massimi storici e il Dow Jones tocca i 18mila punti per la prima volta da aprile. Il petrolio a luglio al Nymex segna un +0,74% sopra i 50 dollari al barile e il Brent +1,05% a 51 dollari al barile sui massimi di sette mesi. Il cambio euro dollaro chiude poco mosso (a 1,13532), riprende fiato la sterlina che aveva accusato un marcato calo con il rinnovarsi dei sondaggi a favore del fronte Brexit nel referendum del prossimo 23 giugno.

A Piazza Affari è in evidenza Saipem sulla scia del rialzo del petrolio ma anche dopo la notizia di un nuovo contratto in Arabia Saudita. Secondo quanto riportato ieri sul sito della Borsa di Riyad, infatti, la società si è aggiudicata una commessa onshore del valore di 180 milioni dal gruppo saudita PetroRabigh, che prevede la costruzione di un impianto per il trattamento del vanadio e lo smaltimento della soda caustica. Bene anche Tenaris +4,94%.

Continua la salita del Banco Popolare nel secondo giorno dell’aumento di capitale: +6,10% il titolo. Ancora meglio fa la promessa sposa Bpm +7,59%. In evidenza tra le banche anche Bpms +5,22%. In rosso sul Ftse Mib solo due titoli: prese di beneficio su Cnh Industrial -0,79% e A2A -0,63%.

Commenta