Condividi

Borsa: ancora vendite in tutta Europa

Pesano sui listini la caduta dell’export tedesco, l’onda lunga dei ribassi di Wall Street (Dow Jones -1,97%) e di Tokyo (-1,15%), ma soprattutto il quadro economico scoraggiante, con la ripresa che continua a rallentare, la deflazione che avanza e il Quantitative easing Bce che non arriva – A Piazza Affari occhi puntati su Mediolanum e Fiat.

Borsa: ancora vendite in tutta Europa

Partenza in rosso per le Borse europee: Piazza Affari -0,4%, Parigi e Francoforte -0,7%, Londra -0,6%. Pesano sui listini l’onda lunga dei ribassi di Wall Street (Dow Jones -1,97%) e di Tokyo (-1,15%), ma soprattutto il quadro economico scoraggiante, con la ripresa che – come ha ribadito ieri la Bce – continua a rallentare, la deflazione che avanza e il Quantitative easing dell’Eurotower che ancora non arriva. Ad innescare le vendite, ieri, anche la caduta dell’export tedesco: -5,8% ad agosto, il terzo dato negativo in arrivo dalla Germania in tre giorni.

E’ in questa cornice turbolenta che il Tesoro si accinge a lanciare stamane  la prima delle operazioni di ottobre, in attesa del Btp Italia in programma il prossimo 220 ottobre. Si parte con l’asta Bot a 12 mesi per un importo di 8 miliardi, inferiore ai titoli in scadenza (9,7 miliardi).



Stasera, intanto, sarà annunciato il rating di Moody’s sull’Italia e sulla Francia, i due osservati speciali dell’eurozona.

Quanti ai titoli sul Ftse Mib, i peggiori in mattinata sono Stmicroelectronics (-3,63%), Mediolanum (-2,23, con Fininvest che ha annunciato di dover scendere dal 30 al 9,9% del capitale), Saipem (-2,10%), Autogrill (-1,12%) ed Eni (-0,94%). In rosso anche Fiat (-0,56%), nell’ultimo giorno di quotazione (lunedì l’esordio di Fca). 

Positive Banco Popolare (+0,71%), Buzzi Unicem (+0,39%), Campari (+0,27%), Banca Pop Milano (+0,24%) e Luxottica (+0,07%).

Commenta