Condividi

Benetton, Edizione: Mion rimane presidente, si cerca l’ad

L’assemblea di Edizione, controllante di Atlantia, ha nominato il nuovo Cda – Continua la ricerca del nuovo Ad che sarà chiamato a ridefinire gli assetti dopo l’accordo col Governo su Autostrade

Benetton, Edizione: Mion rimane presidente, si cerca l’ad

Si è riunita ieri, 21 luglio, l’assemblea di Edizione, holding finanziaria controllata dalla famiglia Benetton che a sua volta controlla il 30,25% di Atlantia (-1,3% in Borsa). Gli azionisti hanno approvato il bilancio 2019 e confermato alla presidenza della società Gianni Mion che però in seguito conferirà le deleghe operative al nuovo top manager che sarà chiamato a guidare la società. Continua infatti la ricerca del nuovo amministratore delegato – che secondo le indicazioni sarà “individuato a breve” – cui spetterà il compito di costruire le nuove linee strategiche della holding focalizzandosi proprio su Atlantia, che dopo l’accordo col Governo sarà costretta a diluire la propria quota in Autostrade per l’Italia, scendendo all’11%. 

L’assemblea di Edizione Srl, riunitasi ha nominato anche il nuovo cda che sarà composto da otto membri, quattro dei quali direttamente riconducibili alla famiglia Benetton. Questi i nomi: Alessandro Benetton, Christian Benetton, Franca Bertagnin Benetton, Ermanno Boffa (marito di Sabrina Benetton), Giovanni Ciserani, Claudio De Conto (ex dg di Pirelli), lo stesso Gianni Mion, e Vittorio Pignatti-Morano Campori. Escono, dunque, rispetto al precedente cda, tra gli altri, gli attuali ad e presidente di Atlantia, Carlo Bertazzo e Fabio Cerchiai e Sabrina Benetton, figlia di Gilberto.



Il consiglio rimarrà in carica per i prossimi tre anni, fino al 31 dicembre 2022,. I consiglieri hanno sottolineato “’il grande impegno e volontà degli azionisti di Edizione, la famiglia Benetton, per il rilancio, la crescita e lo sviluppo del gruppo e di tutte le società controllate e partecipate, dopo il difficile periodo dovuto alla pandemia e la tragedia che ha colpito Autostrade per l’Italia ed Atlantia, società quest’ultima che mantiene la sua centralità nella strategia futura di Edizione’.

Ricordiamo che oltre alla quota in Atlantia, Edizione detiene una partecipazione importante in Cellnex (il 16% tramite Schema34), il 50,1% di Autogrill (sempre tramite Schema34) e altre quote rilevanti in Mediobanca e Generali. Per quanto riguarda i prossimi appuntamenti: Aspi invierà nelle prossime ore al ministero dei Trasporti il nuovo piano economico-finanziario contenente il modello dell’Authority che prevede tariffe più basse. Nel weekend invece l’assemblea di Cdp si riunirà per deliberare sull’ingresso in Autostrade, con una quota del 33%.

Commenta