Condividi

Banche, Commissione d’inchiesta: martedì si torna su Mps

Non serve il confronto all’americana fra Barbagallo e Apponi: le divergenze fra Bankitalia e Consob sulle banche venete ormai sono chiare ma gli strascichi dello scontro tra le due Authority restano – La Commissione parlamentare d’inchiesta è convocata nuovamente per martedì: sul tavolo il dossier Montepaschi

Archiviato il Veneto, si riparte da Siena. Giovedì nella Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario sono stati ascoltati per la seconda volta Carmelo Barbagallo, capo del dipartimento vigilanza bancaria e finanziaria di Banca d’Italia, e Angelo Apponi, direttore generale della Consob.

Inizialmente era previsto un confronto all’americana fra i due, con l’obiettivo chiarire le contraddizioni emerse nel corso delle prime audizioni di Barbagallo e Apponi sui controlli in Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Tuttavia, dopo aver ascoltato ancora una volta singolarmente Barbagallo e Apponi, il presidente della Commissione, Pier Ferdinando Casini, ha ravvisato che fra Bankitalia e Consob sussiste una divergenza interpretativa su alcune questioni, ma non un contrasto tale da rendere indispensabile un ulteriore chiarimento in audizione congiunta.

“Non sono emerse discordanze sui fatti – ha spiegato Casini – ma sono emerse valutazioni diverse. Poiché il confronto presuppone non un disaccordo di valutazione, ma un disaccordo su fatti e circostanze, non ritengo di dover utilizzare questo strumento”.

Di conseguenza, martedì prossimo la Commissione tornerà a riunirsi per affrontare un altro dossier: quello del Monte dei Paschi di Siena.

Commenta