Azioni Société Générale, quotazioni del titolo GLE in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Esterno della nuova sede di Societe Generale
Sede Société Générale 

Codice ISIN: FR0000130809
Settore: Finanza
Industria: Banche maggiori


Le azioni della Société Générale sono quotate all’Euronext Paris e alla Borsa si Milano con il ticker GLE.

Guarda lo storico della quotazione del titolo all’Euronext Paris

Descrizione Azienda

La Société Générale (abbreviato in SocGen) è una multinazionale bancaria francese.
Le sede principale è a Parigi.
Société Générale è la terza banca francese per asset totali dopo BNP Paribas e Crédit Agricole. È la sesta banca più grande d’Europa e la diciottesima al mondo. È considerata una banca di importanza sistemica dal Financial Stability Board.

Il gruppo bancario è presente in 62 paesi. Opera principalmente in Europa, ma ha una presenza importante anche nei mercati mondiali. Conta circa 138.000 dipendenti e gestisce oltre 30 milioni di clienti privati.

Le tre aree di business di Société Générale sono:

  • Retail Banking in Francia: attraverso Société Générale, Crédit du Nord e Boursorama.
  • Servizi bancari e finanziari internazionali (IBFS)
  • Corporate e Investment Banking (SG CIB)

I maggiori ricavi provengono dal settore di Retail Banking in Francia (32,6% del totale).

A dicembre 2021 Amundi, società di asset management controllata da Crédit Agricole, completa l’acquisizione di Lyxor Asset Management, società di SocGen, dando vita al secondo più grande operatore di ETF in Europa. Il costo dell’operazione si aggira sugli 825 milioni di euro.

In Italia SocGen è presente dal 1967 con oltre 2.000 dipendenti. Il suo modello di banca universale diversificata si applica anche al mercato italiano operando attraverso differenti società nelle sue tre aree di business: il retail banking fa riferimento alla divisione Societe Generale Factoring (SGF); nel International Retail Banking & Financial Services opera attraverso ALD Automotive, Fiditalia, Societe Generale Equipment Finance, Societe Generale Insurance (SOGECAP, SOGESSUR); nel settore di Corporate e Investment Banking opera in Italia con Societe Generale Corporate & Investment Banking e Societe Generale Securities Services.

Société Générale è molto attiva anche nelle sponsorizzazioni; è sponsor del rugby ma è attiva in campi come la musica, l’arte contemporanea, lo sport per disabili e la cittadinanza d’impresa.

La Banca è quotata alla Borsa di Parigi all’indice Euronext Paris ed è componente dell’indice Euro Stoxx 50. Il numero delle azioni è di 853,371,494; il valore nominale dell’azione è di 1,25 euro. La capitalizzazione di mercato è di 29,84 miliardi di euro.

L’azionariato, a giugno 2021, è cosi composto:

  • The Capital Group Companies, Inc, 7,54%
  • Azioni dei dipendenti, piano di risparmio, 6,99%
  • BlackRock Inc, 6,95%
  • Amundi, 4,21%
  • Caisse des Dépôts et Consignations, 2,30%
  • BNPP AM, 2,17%
  • Azioni proprie, 0,35%

Il flottante azionario è il 69,50%.

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Société Générale è stata fondata nel 1864 da un gruppo d’industriali e dalla famiglia Rothschild con lo scopo di favorire lo sviluppo del commercio e dell’industria in Francia.
La banca cominciò subito ad espandersi nel territorio nazionale aprendo diverse filiali.

Nel 1871 ebbe accesso al mercato dei titoli di stato francesi.

Nel 1886 la Banca fa parte del consorzio bancario (insieme alla Banca franco-egiziana e al Crédit Industriel et Commercial) che finanziò la costruzione della Torre Eiffel.

A partire dal 1894 la Banca si riorganizzò come un moderno istituto di credito.

Alla fine dell’ottocento Société Générale era diventata la quarta società per capitalizzazione fra quelle quotate alla Borsa di Parigi.

Alla vigilia della prima guerra Société Générale era presente in 14 paesi.

Nel periodo tra le due guerre, divenne il primo istituto di credito francese in termini di depositi. Aumentò la sua rete di filiali arrivando nel 1933 a 1457 sportelli in tutto il paese.

Nel 1945 la Banca fu nazionalizzata, come le altre grandi banche di deposito francesi. Si espande a livello internazionale aprendo filiali in Africa, Messico e Italia.

Tra il 1966 e il 1967 una riforma di legge bancaria francese portò alla separazione fra banques de dépôt e Banques d’affaire e creò un mercato ipotecario. Il Gruppo bancario creò così delle società consociate specializzate, soprattutto nel leasing.

Nel 1987 Société Générale viene privatizzata. Prende il controllo di Fiditalia, società attiva nel credito al consumo in Italia.

Nel 1995 fonda Fimatex, poi diventata Boursorama, oggi banca online.

Nel 1997 acquisisce il Crédit du Nord.

Nel 1998, crea il Retail Banking fuori dalla Francia come divisione separata. Viene anche istituita Lyxor Asset Management una società di risparmio gestito, all’interno del dipartimento Equity Derivatives di Société Générale Corporate and Investment Banking (SGCIB).
Negli Stati Uniti paga 540 milioni di dollari in contanti per acquisire Cowen & Company, una banca d’investimento di New York specializzata nei settori dell’assistenza sanitaria, della tecnologia e delle comunicazioni.

Nel 1999 acquisisce BRD – Groupe Société Générale in Romania e Société Générale Expresbank in Bulgaria.

Nei primi anni duemila fa spesa in Africa acquisendo Eqdom in Marocco (leader di mercato nel credito al consumo) e Union Internationale de Banques in Tunisia.

Nel 2001 Société Générale diventa azionista unico di Fiditalia. Si espande in Europa con l’acquisto di Komerční banka di Praga e SKB Banka in Slovenia.

Nel settore dei servizi finanziari specializzati, acquisisce da Deutsche Bank, ALD Automotive per il leasing e il finanziamento di auto multimarca e GEFA per il finanziamento delle vendite aziendali.

Nel 2005 compra DeltaCredit, la più grande banca di mutui in Russia, da The US Russia Investment Fund per 100 milioni di dollari.

Durante la crisi del 2008 SocGen ha ricevuto un doppio prestito dallo Stato di 1,7 miliardi di euro, rimborsandolo, compreso d’interessi, alla fine dell’anno 2009. Durante la crisi è stata anche vittima di una forde sul mercato per mano di uno dei suoi operatori Jérôme Kerviel; Kerviel aveva perso fraudolentemente 4,9 miliardi di euro, la più grande perdita di questo tipo nella storia. Il processo contro di lui lo ha giudicato colpevole.

Nel 2012 attua una ristrutturazione societaria; vende la sua controllata greca Geniki Bank alla Piraeus Bank, cede la sua partecipazione del 77% nella sua controllata egiziana National Société Générale Bank (NSGB) alla Qatar National Bank per 1,97 miliardi di dollari.

A marzo 2014 vende la sua filiale di private banking in Asia alla società di Singapore DBS Bank per 158 milioni di dollari e acquisisce il 21% di La Caixa, attraverso la controllata Boursorama.

Nel 2016 vende le sue controllate Splitska Banka in Croazia e Bank Republic in Georgia.

Nel 2017 Société Générale annuncia l’IPO della sua controllata ALD.

A luglio 2018 annuncia l’acquisizione della gestione patrimoniale e delle attività di mercato di Commerzbank. Ad agosto 2018 cede la controllata bulgara di Société Générale, Expressbank, ad OTP. OTP prende anche una quota di maggioranza nelle attività albanesi di Société Générale, Banka Société Générale Albania. Tra novembre e dicembre SocGen vende le attività polacche sotto il marchio Euro Bank per 484 milioni di euro a Bank Millennium e le sue attività in Serbia a OTP per 108 milioni di euro. Acquista la fintech Treezor, un istituto di moneta elettronica.

Nel 2019, raggiunge un accordo con OTP Bank per la cessione della sua quota di maggioranza nella sua controllata moldava, Mobiasbanca.

Il 30 giugno 2020 acquisisce Shine 57, una neo-banca e un servizio online per imprenditori autonomi e microimprese per circa 100 milioni di euro.

Nel dicembre 2020 viene annunciata la fusione di Crédit du Nord con Société Générale. Compra Reezocar, piattaforma francese per la vendita di veicoli usati.

A dicembre 2021 Lyxor Asset Management viene ceduta ad Amundi, società di asset management controllata da Crédit Agricole per 825 milioni di euro.

Il 6 gennaio 2022 ALD Automotive, la controllata di SocGen, ha annunciato l’intenzione di acquisire LeasePlan per 4,9 miliardi di euro; l’operazione dovrebbe avvenire entro la fine del 2022.

Le ultime notizie su Société générale
Société Générale

SocGen e Amundi archiviano il 2020, torna il dividendo

La banca francese ha subito gli effetti del Covid ma nonostante questo sale in Borsa grazie a un quarto trimestre sopra le attese. Amundi cambia il CEO: da maggio sarà una donna, Valerie Baudson.

banche immagine di repertorio

Risiko bancario: SocGen e Ing in prima fila

Le recenti aperture della Bce potrebbero favorire nuovi tentativi di fusione a livello continentale: SocGen e Ing le principali indiziate

Société Générale

Risparmio gestito, SocGen: vendere Lyxor o maritarla?

La terza banca francese sta valutando l’opportunità di vendere o di dare in sposa Lyxor, perla del risparmio gestito, e la Borsa di Parigi la premia

Société Générale

Société Générale, utile cala peggio delle attese: -26%

La banca francese inizia male il 2019, un anno che sarà segnato da una profonda riorganizzazione che porterà costi fino a 300 milioni – Bene la divisione internazionale e il wealth management – Titolo su in Borsa.

Société Générale

Société Générale taglia 1.600 posti di lavoro

Il Paese più colpito dalla sforbiciata sarà la Francia, dove si concentreranno 752 tagli