Azioni Inditex (Zara), quotazioni del titolo ITX in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Negozio Zara

Codice ISIN: ES0148396007
Settore: Beni di consumo non durevoli
Industria: Abbigliamento/calzature


Le azioni di Inditex sono quotate alla Borsa di Madrid e di Milano con il ticker ITX.

Guarda lo storico della quotazione del titolo alla Borsa di Madrid

Descrizione Azienda

Inditex SA (Industria de Diseno Textil SA) è un’azienda spagnola che opera nel settore tessile. La società disegna, produce, confeziona, distribuisce e vende al dettaglio abbigliamento per uomo donna e bambino, calzature e accessori. Vende anche prodotti per la casa. Inditex è il più grande gruppo dell’abbigliamento di fast fashion. L’azienda gestisce più di 7.400 negozi in 93 mercati mondiali. Ha più di 162.000 dipendenti.

Il marchio più famoso del gruppo è Zara; possiede anche i brand, Bershka, Pull&Bear, Massimo Dutti, Stradivarius e Oysho.

Vende attraverso negozi diretti e tramite franchising.

Inditex è quotata alla Borsa di Madrid dal 23 maggio 2001 e fa parte dell’indice selettivo Ibex 35 dal luglio 2001. Fa parte dello Stoxx 600 ed è quotata anche alla Borsa di Milano.

Inditex è controllata dalla famiglia Ortega che possiede più del 60% del capitale azionario. Amancio Ortega e la moglie Rosalia Mera hanno fondato l’azienda nel 1975. Amancio Ortega è uno degli uomini più ricchi al mondo, nonché il più ricco di Spagna, con un patrimonio di 74.1 miliardi di dollari.

L’azionariato è così strutturato:

  • Amancio Ortega, 59,3%
  • Mera Ortega, 5,05%
  • Capital Research & Management Co. (World Investors), 1,35%
  • Baillie Gifford & Co., 1,19%
  • Norge Bank Investment Management, 1,01%
  • The Vanguard Group Inc, 0,92%

Il restante è dato dal mercato azionario.

Il fatturato nel 2020 è stato di 20,4 miliardi di euro con un utile netto di 1,1 miliardi. I ricavi provengono principalmente dalle vendite attraverso i negozi diretti (91,9%). Geograficamente i maggiori ricavi giungono dalla Spagna (16,8%), Europa (48,4%) e America (15,7%).

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Amancio Ortego e sua moglie Rosalia Mera cominciano a produrre vestiti negli anni sessanta. Nel 1975 aprono a La Coruna, il primo negozio Zara.

Nel 1978 apre il primo negozio a Madrid e successivamente si espande in tutta la Spagna.

Inditex nasce nel 1985 come holding per il marchio Zara e per i suoi impianti di produzione.

A fine anni ottanta il marchio si espande all’estero aprendo negozi a Oporto (1988), New York (1989) e Parigi (1990).

Nel 1990 diventa proprietaria delle calzature Tempe.

Nel 1991 nasce il brand Pull and Bear e acquisisce il 65% di Massimo Dutti.

Nel 1993 nasce Lefties, la catena di negozi di moda a basso costo.

Nel 1995 ottiene il pieno controllo del marchio Dutti.

Nel 1998 crea il brand Bershka.

Durante il 1999 compra l’azienda d’abbigliamento Stradivarius.

Nel 2001 Inditex fa il suo ingresso in Borsa. L’IPO ha venduto il 26% della società a investitori pubblici. Nello stesso anno lancia il marchio di intimo femminile chiamato Oysho.

Nel 2003 entra nel mercato dei prodotti per la casa con la creazione di Zara Home.

L’espansione estera continua facendo il suo ingresso nel mercato asiatico durante gli anni duemila.

Dal 2005 Ortega ha varato un piano di condivisione degli utili con i dipendenti pari al 10% dei profitti.

Nel 2007 lancia lo store online di Zara Home e nel 2010 apre il suo e-commerce di abbigliamento.

Dal 2019 Inditex è diventato il più grande rivenditore di moda al mondo per fatturato.

Negli ultimi due anni i ricavi dell’azienda sono diminuiti a causa del calo delle vendite al dettaglio dovuti alla pandemia. Le azioni hanno avuto un calo del 12%.
Nei primi nove mesi fiscali dell’esercizio 2021 (febbraio-ottobre), ha messo a segno un utile netto pari a 2,5 miliardi di euro, un risultato che supera di quasi quattro volte (+273%) quello registrato nello stesso periodo del 2020.
Attualmente le azioni di Inditex sono scambiate intorno ai 27,69 euro ad azione.

I marchi del Gruppo Inditex offrono una varietà di prodotti destinati a mercati diversi:

  • Zara: brand principale: abbigliamento per uomo, donna e bambino.
  • Zara Home: vende articoli e arredamento per la casa.
  • Bershka: vende abbigliamento per un pubblico più giovanile tra i 13 e 20 anni.
  • Stradivarius: è rivolto al pubblico femminile giovane, tra i 20 e i 30 anni.
  • Pull and Bear: abbigliamento casual maschile e femminile per giovani tra i 13 e i 25 anni. I
  • Massimo Dutti: abbigliamento e accessori di fascia alta, maschile e femminile.
  • Oysho: specializzata in abbigliamento intimo.
  • Uterqüe: vende accessori di alta qualità.
  • Tempe: vende le calzature del gruppo.
  • Lefties: catena di negozi di moda a basso costo per donne, uomini e bambini.

La vendita dei marchi avviene attraverso punti vendita ripartiti per marchio tra Zara (2.232), Bershka (1.096), Stradivarius (1.015), Pull & Bear (982), Massimo Dutti (769), Oysho (646), Zara Home (563) e Uterqüe (82).

Nell’ultimo periodo, a causa anche della pandemia da coronavirus, decide di chiudere molti punti vendita concentrando i suoi sforzi sull’e-commerce. Dal 2020 vende tutti suoi brand sulle piattaforme online, anche in paesi dove non è presente nessun negozio.

Le ultime notizie su Inditex
Negozio Zara a Roma

Zara torna ai livelli pre-Covid: utile più che triplicato in 9 mesi

La casa madre Inditex ha messo a segno il record storico di utili nel terzo trimestre – Volano le vendite online – A breve la guida del gruppo passerà a Marta Ortega, figlia di Amancio

Negozio Zara a Roma

Zara chiude 1.200 negozi e punta tutto sulle vendite online

A causa del coronavirus Inditex, proprietaria di Zara e di altri importanti marchi ha registrato il primo rosso della sua storia, ma le vendite online del brand si sono impennate – Il gruppo ha deciso di chiudere il 16% dei suoi negozi in Asia ed Europa e di investire di più sull’e-commerce

Abiti Alta Moda

Moda: le 20 società più ricche, la classifica e le stime 2019

Il report The State of Fashion 2019 di McKinsey ci dice che questi 20 colossi muovono il 97% del valore totale della moda – 12 di essi sono europei, ma c’è solo un’italiana nella top 20 – Ecco la classifica delle “Super Winners” basata sui loro profitti economici – Le previsioni 2019? Lusso, Cina e….

Banconote euro e dollaro

Cina: i 5 uomini più ricchi del mondo hanno perso 8,7 miliardi in un solo giorno

Il sell off scatenatosi ieri sui mercati a causa del crollo della Cina ha mandato in fumo parecchi miliardi. A pagare il prezzo più alto sono stati gli uomini più ricchi del mondo che, in una sola sessione borsistica, hanno virtualmente perso 8,7 miliardi di dollari. Ecco chi ha perso di più.

Inditex: utile netto +1% a 2,4 miliardi

Il colosso dell’abbigliamento presieduto da Amancio Ortega ha chiuso l’esercizio 2013-2014 con un utile netto di 2,4 miliardi di euro, in crescita dell’1% su base annua – Giro d’affari in aumento del 5% a quota 16,7 miliardi – Il cda propone un dividendo di 2,42 euro per azione.