Azioni Autogrill, quotazioni del titolo AGL in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Area servizio Autogrill
Autogrill di Lainate

Codice ISIN: IT0001137345
Settore: Servizi al consumatore
Industria: Ristoranti


Le azioni di Autogrill sono quotate alla Borsa di Milano nell’indice FTSE Italia Mid Cap con il ticker AGL.

Guarda lo storico della quotazione del titolo alla Borsa di Milano

Descrizione Azienda

Autogrill S.p.A. è un’azienda italiana che opera nel settore dei servizi della ristorazione per chi viaggia. I punti ristorazione Autogrill sono presenti in autostrade, aereporti, stazioni ferroviarie ed è presente anche in alcune città e centri commerciali. È il primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per i viaggiatori.

L’azienda opera in 30 paesi, gestisce circa 3.800 punti vendita ed è presente in 142 aereporti. Al 2020 conta 31.000 dipendenti. Autogrill è attiva pravalentemente in Italia ma è presente anche all’estero.
In Nord America è presente tramite la controllata HMSHost Corp. in oltre 84 aereporti e 79 stazioni di servizio. In Nord Europa, Asia, Medio Oriente e Oceania lavora attravero la divisione di HMSHost International.

Ha in portafoglio più di 300 brand, di proprietà e su licenza.

Autogrill è quotata alla Borsa di Milano dal 1997 e fa parte dell’indice FTSE Italia Mid Cap.

Il maggiore azionista che controlla Autogrill è Schematrentaquattro S.r.l. che detiene il 50,1% del capitale sociale. Schematrentaquattro S.r.l. è partecipata al 100% da Edizione S.r.l., holding finanziaria della famiglia Benetton.

La restante parte dell’azionariato è detenuta da investitori istituzionali e da singoli azionisti.

Il capitale sociale di Autogrill ammonta a Euro 145.761.789,78 costituito da 385.033.542 azioni ordinarie, senza valore nominale. Tutte le azioni ordinarie di Autogrill hanno gli stessi diritti.

Il fatturato nel 2020 è stato di 2 miliardi di euro (in calo del 59,8% rispetto al 2019) con un EBITDA a 155,3 milioni di euro.

Lo slogan è «Feeling Good on the Move».

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Il marchio Autogrill nasce nel 1977 dalla fusione di tre rami d’azienda: Alemagna, Motta e Pavesi, società attive nella ristorazione autostradale sul territorio italiano. Fino ad allora le tre aziende si erano spartite la ristorazione autostradale negli anni del boom economico dell’Italia. La crisi petrolifera del 1973 mise in crisi le tre società che furono rilevate dall’IRI. Nel 1977 l’IRI decide di fondere le tre aziende in un unica società che fu chiamata Autogrill S.p.A., partecipata dalla SME (Società Meridionale di Elettricità), a sua volta controllata dall’IRI.

Negli anni ’80, complice una nuova ripresa economica, Autrogrill cresce e si espande. Vengono creati nuovi marchi per diversificare le strategie, nascono i brand Ciao e Spizzico.

Negli anni novanta Autogrill decide di entrare nel mercati estero.

Nel 1993 acquisisce in Francia Les 4 Pentes (gruppo Elitair) e in Spagna il 50% di Procace.

Nel 1995 avviene la privatizzazione dell’azienda. Autogrill viene comprata da una cordata guidata da Edizione Holding srl, finanziaria della famiglia Benetton.

Nel 1997 Autogrill viene quotata in Borsa.

La strategia della nuova gestione è quella di una maggiore internalizzazione. Alla fine degli anni novanta acquisisce AC Restaurant in Belgio e Olanda, Wienerwald A in Austria, Wienerwald D in Germania e Sogerba in Francia.

La grande crescita internazionale avviene nel 1999 quando acquisisce dalla famiglia Marriott la Host Marriot Service (HMSHost), società leader della ristorazione autostradale ed aeroportuale negli Stati Uniti. Grazie a questa acquisizione ottiene la concessione e le licenze di diversi marchi tra i quali Au Bon Pain, Baskin Robbins, Burger King, Dunkin’ Donuts, Häagen-Dazs, Kentucky Fried Chicken, Mrs. Fields, Pizza Hut, Sbarro, Starbucks, Taco Bell e Wendy’s.
Autogrill diventa il primo operatore mondiale nel settore della ristorazione per chi viaggia.

Nel 2001 ottiene il 100% di Passaggio Holding AG, leader in Svizzera nel settore della ristorazione in aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade.

Nel 2002 compra il 70% del capitale di Receco, società spagnola attiva nelle stazioni ferroviarie di Madrid Atocha, Siviglia e Cordova. Tramite HMSHost acquista SMSI Travel Centres Inc che gestisce i servizi di ristorazione lungo le Highway 400 e 401, le due principali autostrade dell’Ontario (Canada).

Nel 2003 ottiene la maggioranza di Anton Airfood, società di ristorazione aeroportuale nordamericana. In Europa viene creato HMSHost Europe per sviluppare il network aeroportuale.

Nel 2005 stringe un alleanza con Altadis per l’acquisizione in co-partecipazione di Aldeasa, società spagnola del settore retail e duty-free aeroportuale attiva in diverse regioni mondiali.
In Germania rileva il 49,9% di Steigenberger Gastronomie.

Nel 2006 Autogrill consolida la presenza nel Nord America, acquisendo, tramite HMSHost Corporation, Airport Terminal Restaurants (ATR), la divisione delle attività in concessione di Cara Operations Limited, il principale operatore di ristorazione integrata del Canada.

Nel 2007 acquisisce Alpha Group, operatore di ristorazione e retail aeroportuale a terra e a bordo.

Nel 2008 Autogrill acquisisce World Duty Free, operatore leader nel settore retail aeroportuale da BAA. Rileva la maggioranza di Aldeasa.

Nel 2010 cede la fornitura di prodotti e merci per la ristorazione a bordo degli aerei di Alpha Group a Dnata.

Nel 2012 vengono integrate in un unica entità le attività di Alpha Group, Aldeasa e World Duty Free; nasce World Duty Free Group, divisione Travel Retail & Duty Free di Autogrill. L’anno successivo la divisione verrà scorporata da Autrogrill in una nuova società World Duty Free S.p.A. Viene assegnata 1 azione World Duty Free per ciascuna azione Autogrill posseduta.

Nel 2013 entra nel mercato russo tramite accordi con le società Novikov Group e Ginza Project, costituendo Autogrill Russia, che gestisce la ristorazione nell’aeroporto internazionale Pulkovo di San Pietroburgo.

A marzo 2015 viene ceduto il 50,1% di World Duty Free S.p.A, posseduto da Benetton, al gruppo svizzero Dufry per 1,3 miliardi di euro.

Nel 2016 acquisisce Stellar Partners, società statunitense specializzata nel convenience retail aeroportuale.

Nel 2017 il gruppo viene riorganizzato per rendere la governance più efficiente: viene istitutita una capogruppo alla quale fanno riferimento cinque società operative: Autogrill Italia S.p.A., Autogrill Europe S.p.A., HMSHost, Nuova Sidap S.r.l. e Autogrill Advanced Business Service S.p.A..

Negli ultmi anni ha rafforzato il suo portafoglio di marchi stringendo accordi di licenza con brand come Leon, Pret à Manger, Shake Shack e Panera Bread.

Le ultime notizie su Autogrill SpA
Area servizio Autogrill

Autogrill, pronto il consorzio per l’aumento di capitale

La holding dei Benetton, Edizione, ha confermato che sottoscriverà la propria parte (detiene il 50,1%) nella ricapitalizzazione da 600 milioni, ma il titolo prosegue la caduta. L’aumento servirà anche per acquisizioni. Possibile un effetto diluitivo per invogliare il mercato

Autogrill

Autogrill chiede 600 milioni ai soci e sprofonda in Borsa

Il cda ha deliberato di proporre all’assemblea straordinaria un aumento di capitale fino a 600 milioni per rafforzare la struttura patrimoniale – Edizione, che controlla il 50,1% di Autogrill appoggia la scelta, ma il titolo crolla

Autogrill

Autogrill in campo contro la fibrosi cistica

Autogrill al fianco della Lega Italiana Fibrosi Cistica per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere fondi

Autogrill

Autogrill antivirus: un’app per prenotare il take-away

My Autogrill è in via di sperimentazione nelle aree di Brianza Sud e di San Giuliano Ovest, ma da metà luglio sbarcherà in 45 punti vendita autostradali – Ecco come funziona

Distributore Q8

Q8 diversifica nel food e si allea con Autogrill

Nasce il nuovo marchio Food Stop dalla collaborazione tra i due gruppi in esclusiva nei distributori Kuweit Petroleum. Il primo in Sicilia, altri seguiranno