Azioni Amplifon, quotazioni del titolo AMP in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Apparecchio acustico Amplifon

Codice ISIN: IT0004056880
Settore: Tecnologia sanitaria
Industria: Attrezzature mediche specifiche

Le azioni di Amplifon hanno la loro quotazione sul mercato italiano alla borsa di Milano con il ticker AMP.

Guarda lo storico della quotazione del titolo alla Borsa di Milano

Descrizione Azienda

Amplifon S.p.A. è un’azienda italiana che si occupa della progettazione, applicazione e commercializzazione di apparecchi acustici. Il business del gruppo è focalizzato principalmente sulla vendita di apparecchi acustici e sui servizi annessi. Tra questi vi è l’applicazione e personalizzazione degli apparecchi, la vendita di prodotti accessori quali pile, materiali di consumo e parti di ricambi. Grazie alle sue apparecchiature rende possibile la riscoperta di tutte le emozioni dei suoni. Commercializza in particolare una generazione di amplificatori auditivi invisibili, piccoli strumenti elettronici che ricevono, elaborano ed amplificano i suoni prima di trasmetterli all’orecchio tramite una tecnologia avanzata. L’azienda opera attraverso una rete di circa 11.000 punti vendita in 28 Paesi e 5 continenti. La distribuzione dei suoi prodotti viene effettuata in tutto il mondo tramite differenti franchising e negozi tra cui quelli in Olanda, Francia, Canada, Gran Bretagna, Svizzera, Spagna, Stati Uniti, Egitto, Australia, Nuova Zelanda, Germania e India. Amplifon dispone di differenti marchi molto conosciuti quali Sonus, Miracle, Ear, Beter Horen e Dialogue.

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Amplifon S.p.A. è un’azienda italiana fondata a Milano nel 1950 da Algernon Charles Holland, ex ufficiale inglese, che al termine della seconda guerra mondiale decide di avviare un’attività specializzata nell’offerta di apparecchi per i numerosi problemi uditivi causati dal conflitto. Amplifon negli anni si sviluppa sul mercato italiano attraverso vari punti vendita in tutta la nazione diventando l’azienda leader nel settore di distribuzione, vendita e applicazione di apparecchi acustici. Nel 1971 viene fondato il Centro Ricerche e Studi Amplifon (CRS), un organismo indipendente finalizzato alla diffusione di conoscenze in campo audiologico e otologico.

Negli anni si specializza di più su un servizio personalizzato al cliente, grazie anche al progresso tecnologico introducendo in Italia i primi apparecchi acustici interamente digitali nel 1996. In questo periodo l’azienda raggiunge una quota di mercato in Italia superiore al 40%.

Allarga i suoi orizzonti con la costituzione nel 1992 di una società in Spagna e successivamente in Portogallo. Attraverso varie acquisizioni, Amplifon entra nel mercato di Svizzera, Austria, Francia, Paesi Bassi e Stati Uniti.

Amplifon S.p.A. viene quotata in borsa il 27 giugno 2001.

Nel 2001 avviene anche un accordo con la Bardissi Medical per il mercato medio-orientale. Nel 2002 acquisisce negli USA Sonus Corporation e nel 2003 l’azienda National Hearing Centers, società con punti vendita localizzati principalmente all’interno di grandi centri commerciali. Negli anni avvengono altre acquisizioni in Europa e compra il 100% delle azioni della National Hearing Care (NHC), in Australia, Nuova Zelanda e India. Nel 2012 entra anche nel mercato turco attraverso l’acquisizione del 51% della società Maxtone, e in Polonia con la costituzione di Amplifon Poland. Nel 2014 arriva in Brasile attraverso l’acquisizione del 51% della società Direito de Ouvir. Nel 2016 investe 80 milioni per acquisire 170 negozi, in particolar modo in Canada e Germania. Nel 2017 investe altri 110 milioni rilevando 300 negozi tra cui due catene in Francia e Portogallo. A luglio 2018 realizza la più grande acquisizione del gruppo; grazie ad un finanziamento di Unicredit, rileva per la somma di 528 milioni di euro l’azienda catalana Gaes che disponeva di 600 punti vendita tra Spagna, Portogallo e America Latina.

Negli ultimi anni, in particolar modo dal 2015, il valore del titolo in borsa più che triplicato. Il fatturato al 2018 è stato di 1,37 miliardi di euro con un utile di 113,4 milioni.

Le azioni di Amplifon sono in crescita costante. Dopo la caduta durante la pandemia, le azioni sono tornate a correre. Hanno registrato la quotazione più alta di sempre l’8 febbraio 2021 toccando i 37€ ad azione.

Le ultime notizie su Amplifon

Investitori italiani e borsa

Borsa, aprile in rosso a Milano: i titoli migliori e peggiori

Dopo la corsa dei mesi precedenti, il Ftse Mib frena e chiude aprile in ribasso – Mese positivo invece per le altre Borse europee – A Milano vola Amplifon, brusco crollo per Saipem

Le banche corrono ma la Borsa chiude in leggero rosso

Le principali banche italiane guidano la giornata di Borsa in Piazza Affari ma il Ftse Mib si gira nel pomeriggio e passa in rosso ma restando di poco sopra la soglia psicologica dei 23 mila punti base – Tonfo di Amplifon – Caltagirone cresce in Mediobanca – Spread a 104.

Borsa

Le utilities corrono ma petrolio e banche frenano la Borsa

I conti danno sprint alle utilities in Borsa – Hera e A2a in testa – ma Piazza Affari soffre il ribasso dei titoli petroliferi (Saipem perde quasi il 10%) e di quelli bancari – Exploit di Amplifon ed Ima – Attesa per la Fed e per il “processo” agli Over the Top

Soldi (contributi a fondo perduto)

Cdp-Mps Capital Services: finanziamento di 78 milioni ad Amplifon

Cdp ha contribuito con 33 milioni di euro, Mps Capitale Services con 45 milioni a sostenere Amplifon

tempesta di soldi

Dividendi 2020 a rischio per coronavirus: fioccano gli stop

L’emergenza coronavirus sta spingendo diverse società quotate a sospendere la distribuzione del dividendo – In Italia stop da Brembo, Amplifon e Cattolica