Condividi

Assopopolari, cooperazione bancaria in linea con target Onu

Dall’analisi sugli “Sustainable Development Goals” emergono i risultati positivi dell’attività delle Banche Popolari rispetto gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030

Assopopolari, cooperazione bancaria in linea con target Onu

Da oltre centosessant’anni, la cooperazione bancaria sostiene le comunità e i territori e costituisce un punto di riferimento per una transizione ecologica ordinata ed efficace, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030. È il pensiero di Giuseppe De Lucia Lumeno, Segretario Generale di Assopopolari, riguardo il progetto internazionale promosso dall’ICA-International Cooperative Alliance e dall’ICBA-International Cooperative Banking Association che ha coinvolto il movimento della Cooperazione mondiale.

In particolare, dall’analisi sugli “Sustainable Development Goals” emergono risultati positivi di “un’operatività multiforme che da sempre costituisce il modo di essere e di sviluppare l’azione della cooperazione bancaria”.



Ad esempio, dagli obiettivi connessi alla responsabilità sociale, quali l’Obiettivo 4 sulla “qualità dell’istruzione” e l’Obiettivo 13 relativo alle “azioni urgenti contro il cambiamento climatico” emerge l’impegno delle Banche Popolari. Con oltre 70 i progetti di educazione finanziaria distinti per fasce di età e finalità, un budget di 2,5 milioni di euro che vedono coinvolti gli istituti della categoria. Di rilievo l’aspetto della formazione, nella quale rientrano 27.600 dipendenti con finanziamenti per oltre 20 milioni di euro.

Rispetto all’Obiettivo 13, nel corso del 2020 particolare attenzione è stata posta a una effettiva riduzione delle attività legate ai gas serra per 230 mila tonnellate, rispetto alle 600 mila prodotte nel 2010. Altresì le innovazioni organizzative e la rivoluzione digitale hanno contribuito a una notevole riduzione dei consumi di carta, per dipendente, passando da 6.500 tonnellate nel 2010 a 2.700 nel 2020.

Infine, l’attività delle Banche Popolari stando all’Obiettivo 11, “Promuovere città e insediamenti umani in modo inclusivo, sicuro, resiliente e sostenibile”, è stata finalizzata in 1,25 miliardi di euro di crediti all’edilizia sociale a cui si sono aggiunti crediti per 380 milioni a 11.600 progetti di sostenibilità dell’ambiente e delle comunità e risorse finanziate tramite lo strumento delle obbligazioni sociali in rapida diffusione per circa 1,2 miliardi di euro.

Commenta