Condividi

Assicurazioni: semestre super per Zurich e Aviva

Migliore semestrale degli ultimi 10 anni per Zurich – L’Ad Mario Greco: “Strategia vincente avviata nel 2016, a novembre il nuovo piano a Londra”.

Assicurazioni: semestre super per Zurich e Aviva

Sta per volgere al termine il rush agostano delle semestrali: oggi è il turno di due compagnie assicurative, Zurich e Aviva. La prima registra addirittura i migliori risultati del primo semestre degli ultimi 10 anni e si prepara a raggiungere tutti gli obiettivi 2017-2019, secondo quanto spiega la nota diffusa dalla società svizzera. Il Business operating profit (BOP) è stato nei primi sei mesi del 2019 in crescita del 16% a 2,8 miliardi di dollari, con un vero e proprio boom di quello del ramo Danni, salito del 46%. La Combined ratio del ramo danni (Property & Casualty o “P&C”) è al 95,1%, il livello più basso degli ultimi dieci anni, con le performance migliori nel settore dell’assicurazione commerciale, ha fatto anche sapere Zurich, il cui utile operativo delle attività sottostanti è in aumento del 2%.

“Nel 2016 – ha commentato l’Ad di Zurich Mario Greco – ci siamo dati obiettivi ambiziosi e abbiamo lanciato una nuova strategia coraggiosa. Oggi siamo orgogliosi di annunciare che siamo pronti a superare tutti gli obiettivi prefissati e che la strategia si sta rivelando vincente. Negli ultimi tre anni, abbiamo apportato miglioramenti sostanziali al nostro mix di attività, ridotto la volatilità e migliorato la redditività dei nostri portafogli nel ramo danni, perfezionando il nostro business vita attraverso acquisizioni mirate. Siamo entrati in mercati nuovi e innovativi, ad esempio, attraverso l’acquisizione di Cover-More, provider di servizi di assistenza viaggio e abbiamo lanciato prodotti dedicati ai millennial come Klinc, una proposta assicurativa on demand introdotta in Spagna, e ToggleSM, un’assicurazione locativa lanciata da Farmers Exchange in forte espansione negli Stati Uniti. Siamo anche riusciti a ridurre i costi”.



Greco, ex vertice di Generali, ha anche ricordato l’appuntamento del prossimo novembre a Londra, dove Zurich presenterà il nuovo piano strategico triennale: “A partire da quanto abbiamo raggiunto, possiamo guardare al futuro con fiducia e ottimismo”.

Semestre importante anche per Aviva, che in Italia chiude il periodo con una crescita a doppia cifra dell’utile operativo, che si attesta a 108 milioni segnando un aumento del 24% rispetto allo scorso anno. Segno positivo anche per gli Asset Under Management che raggiungono quota 31,5 miliardi con un +14% rispetto alla fine dello scorso anno. La prima metà dell’anno si è contraddistinta per performance outstanding con risultati particolarmente significativi in termini di profittabilità e raccolta netta: migliora in particolare la solidità patrimoniale, con una crescita del surplus di capitale a 537 milioni (+181 milioni rispetto al dato di fine 2018).

“Sono orgoglioso – ha detto Ignacio Izquierdo, Ceo di Aviva in Italia – degli ottimi risultati raggiunti: la profittabilità ha contraddistinto questo primo semestre che si chiude con una significativa crescita a doppia cifra. Con i clienti sempre al centro della strategia, Aviva guarda al futuro investendo su prodotti e servizi che vadano incontro all’evoluzione delle loro esigenze. In questo contesto si inseriscono le nuove partnership avviate con RBM Assicurazione Salute ed Emapi, focalizzate rispettivamente su Salute e Long Term Care, così come l’importante spinta sui prodotti Multiramo e Protection. Oltre a questo, abbiamo raddoppiato gli investimenti sul brand con una campagna pubblicitaria e accelerato sull’innovazione con il lancio della piattaforma digitale AvivaPlus per essere sempre più vicini ai consumatori e offrire un nuovo approccio orientato a semplicità, flessibilità e digitalizzazione”.

Commenta