Condividi

Assegnato a Generali il Premio Corporate Social Responsibility della Chambre Francaise en Italie

Assegnato alle Generali il Premio Corporate Social Responsibility della Chambre Française de Commerce et d’Industrie en Italie, per l’impegno negli investimenti responsabili e per l’approccio sostenibile nel design di prodotti e servizi – “La nostra responsabilità sociale si fonda su impegni precisi”, ha detto il presidente Gabriele Galateri.

Assegnato a Generali il Premio Corporate Social Responsibility della Chambre Francaise en Italie
Generali ha ricevuto il Premio Corporate Social Responsibility della Chambre Française de Commerce et d’Industrie en Italie (CFCII) per l’impegno negli investimenti responsabili e per l’approccio sostenibile nel design di prodotti e servizi.

Il riconoscimento è stato consegnato al Presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri, da Genséric Cantournet, coordinatore del Laboratorio CSR franco italiano della CFCII, nel corso della XII edizione della Cena di Gala che si è svolta martedì 9 giugno a Milano.



“La nostra responsabilità sociale si fonda su impegni precisi che devono essere mantenuti coerentemente con la nostra mission: proteggere attivamente e migliorare la vita delle persone – ha affermato il Presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri – siamo infatti convinti che in questa fase storica così difficile e complessa dell’economia globale, l’attività di un’impresa è sempre più intimamente legata al suo ruolo nei confronti della società e delle comunità che la compongono. E’ un passaggio irreversibile e necessario del capitalismo moderno, che ha sempre dimostrato una sorprendente capacità di rinnovare continuamente le sue dinamiche e di ridisegnare i suoi confini”.

Generali è un investitore istituzionale globale e l’attività di asset management costituisce un cardine fondamentale nel business assicurativo. È una funzione con un impatto rilevante sull’economia reale, che permette di influire attivamente in ambiti quali la tutela dell’ambiente, il rispetto dei diritti umani e del sociale. Per questo Generali da anni basa le proprie strategie di investimento anche su criteri ambientali, sociali e di corporate governance (ESG) coerentemente ai principi di tutela dell’asset considerato più sensibile, la reputazione. A testimoniarlo, l’approvazione nel 2015 del documento “Responsible Investment Guideline” che delinea gli ambiti di operatività responsabili coerentemente con i Principles for Responsible Investment sottoscritti già nel 2011.

Per rispondere ai nuovi bisogni espressi dai clienti e dal mercato e per promuovere l’adozione di comportamenti virtuosi nei consumatori, Generali distribuisce prodotti con particolare valenza sociale e ambientale. Per incentivare l’adozione di comportamentieco-compatibili progetta e distribuisce prodotti e servizi con valenza ambientale come ad esempio le polizze per la copertura dei danni catastrofali, polizze di responsabilità civile da inquinamento, polizze di RCA che prevedono sconti per i clienti che assicurano veicoli verdi o che prevedono basse percorrenze.

Grazie ai risultati ottenuti nel campo della sostenibilità Generali è inclusa nei più importanti indici etici mondiali: FTSE4Good, FTSE ECPI Italia SRI Leader, Euronext Vigeo World 120, ESI (Ethibel Sustainability Index) Excellence Global, MSCI Global Sustainability.

Commenta