Condividi

Vodafone e Bmw lanciano la loro prima moto connessa

Grazie ad una Sim Internet of Things targata Vodafone, la nuova moto K 1600 Gt della casa tedesca può effettuare in automatico una chiamata di emergenza in caso di incidente – Il sistema Motorrad di Bmw permette ai servizi di assistenza di diminuire del 50% i tempi di arrivo sul luogo dell’incidente.

Vodafone e Bmw lanciano la loro prima moto connessa

Arriva la prima motocicletta connessa targata Bmw e Vodafone. Si tratta del nuovissimo modello K 1600 GT della casa tedesca che, grazie alla presenza di una SIM Internet of Things Vodafone a bordo, consente di usufruire del servizio di chiamata di emergenza “eCall” di BMW, in caso di incidente o emergenza.

La connettività di Vodafone è integrata nel sistema di BMW Motorrad ConnectedRide eCall/ ACN (Emergency Call/Automatic Collision Notification) e utilizza la rete per ricevere assistenza o soccorso in caso di incidente nel minore tempo possibile, migliorando così la sicurezza del traffico stradale. Ad oggi, più di 2,5 milioni di auto BMW sono connesse tramite la rete di Vodafone.



Il sistema sviluppato da Bmw ha vari sensori che monitorano la velocità e l’andamento della motocicletta, in modo da attivare immediatamente la chiamata d’emergenza, grazie alla SIM IoT Vodafone collocata sotto il sedile. Secondo i calcoli, il sistema Motorrad ConnectedRide eCall consente ai servizi di assistenza di diminuire del 50% circa i tempi di arrivo sul luogo dell’incidente.

“La collaborazione con Bmw – ha dichiarato Ivo Rook, Internet of Things Director di Vodafone – è un chiaro esempio delle molteplici potenzialità dell’Internet of Things. E siamo solo all’inizio se si pensa che entro il 2020 sono stimati circa 20 miliardi di dispositivi connessi”.

Commenta