Condividi

Terzo Settore, appuntamento a Torino il 28-29 settembre con la Fondazione Con il Sud

A Torino il 28-29 settembre due giornate di confronto delle esperienze “esemplari” sviluppate nel Mezzogiorno
nei primi 6 anni di attività della Fondazione Con il Sud – Tra i partecipanti: Carlo Borgomeo, Don Luigi Ciotti, Andrea Olivero, Giuseppe Guzzetti, il ministro Fabrizio Barca, il sottosegretario Marco Rossi-Doria, Sergio Chiamparino e Andrea Comba.

Terzo Settore, appuntamento a Torino il 28-29 settembre con la Fondazione Con il Sud

Fondazione CON IL SUD, l’ente non profit privato nato dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore, in occasione del sesto anniversario, organizza A Torino, con il Sud“, evento promosso in collaborazione con la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT e organizzato dalla Piazza dei Mestieri con il Patrocinio della Città di Torino, per raccontare le esperienze di rete e il protagonismo dei giovani, attraverso le progettualità “esemplari” avviate nel Mezzogiorno.

Il 28 e il 29 settembre a “A Torino, con il Sud saranno presenti i protagonisti del terzo settore e del volontariato, tra cui Carlo Borgomeo Presidente della Fondazione Con il Sud, Luigi Ciotti Presidente di Libera, Giuseppe Guzzetti Presidente ACRI, Andrea Olivero Portavoce del Forum Terzo Settore, i rappresentanti del Governo, come il Ministro per la coesione territoriale Fabrizio Barca e il Sottosegretario all’Istruzione Marco Rossi-Doria, e delle istituzioni nazionali e locali e le fondazioni bancarie con Sergio Chiamparino Presidente Compagnia di San Paolo e Andrea Comba Presidente Fondazione CRT. 



L’evento è ospitato alla Piazza dei Mestieri”, luogo simbolo di Torino per lo sviluppo delle creatività e i talenti dei giovani e fortemente impegnato anche nel dialogo Nord-Sud, grazie anche all’operatività sul territorio siciliano, con la sede di Catania: due giorni all’insegna della ‘condivisione’ con incontri, seminari e laboratori sui temi della coesione sociale e del “fare comunità” per favorire lo sviluppo del Mezzogiorno e del Paese. Si discuterà di scuola ed educazione dei giovani, legalità e beni confiscati alle mafie, welfare e volontariato, comunicazione sociale e civic media per avviare una riflessione comune e condividere con associazioni e istituzioni del Nord le esperienze concrete dei primi sei anni di attività della Fondazione Con il Sud.

“Avvieremo una riflessione comune e condivideremo esperienze concrete messe in pratica nel Mezzogiorno, che possono contaminare il Nord, superando lo stereotipo dello sviluppo a senso unico e l’idea di una Italia a doppia velocità. – Spiega Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD– Senza “coesione sociale” non può esserci sviluppo, è una condizione imprescindibile e non una conseguenza, qualcosa di cui occuparci solo in momenti di prosperità. Economisti autorevoli e premi Nobel indicano nel capitale umano e nei beni comuni le principali leve per creare uno sviluppo duraturo. Contemporaneamente però continuiamo a misurare il divario Nord-Sud utilizzando un approccio meramente quantitativo. Il vero divario tra Nord e Sud non è solo nel reddito disponibile pro-capite, ma nelle condizioni di vita dei cittadini, nelle nuove povertà e nella mancanza di opportunità soprattutto per i giovani”.

In questi sei anni di attività, la Fondazione CON IL SUD ha finanziato oltre 300 progetti in Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia, Sardegna, coinvolgendo 4500 organizzazioni diverse e oltre 160 mila “destinatari diretti”, soprattutto giovani. Gli interventi hanno diverse finalità: l’educazione dei ragazzi alla legalità e il contrasto alla dispersione scolastica; la valorizzazione dei giovani talenti al fine di trattenere e attrarre i “cervelli” al Sud; la tutela e la valorizzazione dei beni comuni del patrimonio storico artistico, dell’ambiente e dei beni confiscati alle mafie; la qualificazione dei servizi socio sanitari; l’integrazione degli immigrati. La Fondazione CON IL SUD ha inoltre finanziato la nascita delle prime 3 “fondazioni di comunità” meridionali: Napoli, Salerno, Messina.

PROGRAMMA

VENERDÌ 28 SETTEMBRE / Piazza dei Mestieri

Relatori di spicco quali Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD, Luigi Ciotti, Presidente di Libera, Marco Rossi-Doria, Sottosegretario all’Istruzione e Giorgio Righetti, Direttore ACRI, confrontarsi sul contributo del Terzo Settore alla nuova politica nello scenario di crisi contemporanea, sui beni confiscati alle mafie quali beni comuni da valorizzare e sulle sfide educative dei prossimi anni.

– Ore 15.00/17.00 – “Dall’esperienza del terzo settore una nuova politica di fiducia e coesione oltre la crisi”, in collaborazione con FQTS (progetto di Formazione dei Quadri del Terzo Settore meridionale.

– Ore 17.15/19.00 – “La comunità educante: sfida per crescere” , in collaborazione con Crescere al Sud.

– Ore 17.15/19.00 – “I beni confiscati alle mafie: beni comuni da valorizzare” in collaborazione con Libera

SABATO 29 SETTEMBRE / Piazza dei Mestieri

Sono previsti l’incontro istituzionale per i sei anni della Fondazione CON IL SUD e seminari in parallelo sui temi del welfare di comunità, dei civic media e dell’economia civile. Interverranno tra gli altri il Ministro per la coesione territoriale Fabrizio Barca, il Sindaco di Torino Piero Fassino, il Portavoce del Forum Terzo Settore Andrea Olivero, esperti di economia e comunicazione, i Presidenti delle fondazioni di origine bancaria che sviluppano percorsi di attività sociale e non profit: Giuseppe Guzzetti, Presidente ACRI, Sergio Chiamparino, Presidente Compagnia di San Paolo e Andrea Comba, Presidente Fondazione CRT.

– Ore 10.00/12.00 –Incontro istituzionale per i sei anni della Fondazione CON IL SUD

– Ore 14.00/15.30 – “Nord e Sud uniti nel sociale”

– Ore 16.00/19.00 – “Fare comunità in un sistema di welfare condiviso”

– Ore 16.00/19.00 – “Comunicare per cambiare. Mappe, percorsi ed esperienze”, in collaborazione con Fondazione “Politica, economia, finanza, partecipazione: con chi e come uscire dalla crisi” a cura di FQTS.

Torino Creola. Iniziativa itinerante a cura dell’associazione “Stalker Osservatorio nomade”: una ‘passeggiata’ aperta ai cittadini e alle realtà sociali torinesi e non, nei luoghi di vecchia e nuova immigrazione, per condividere esperienze e testimonianze, con un’attenzione alle contaminazioni culturali che stanno ridisegnando il volto della città. Il percorso urbano sarà anticipato da una settimana di workshop nelle aree individuate come tappe della passeggiata, per coinvolgere attivamente associazioni e cittadinanza nel progetto, raccogliere le testimonianze dirette di urbanisti, documentaristi, scrittori, operatori e condividere il percorso che sarà promosso con una mappa digitale on-line.  http://torinocreola12.wordpress.com

Nei due giorni saranno attivati laboratori di eco design, di artigianato e di cucina; spettacoli teatrali, installazioni e musica a cura delle associazioni e dei ragazzi coinvolti dai progetti sostenuti dalla Fondazione CON IL SUD nelle regioni meridionali.

Commenta