Condividi

Spagna: vince Rajoy ma senza maggioranza. Dai socialisti nuovo No al governo

A poche ore dai risultati definitivi delle politiche, il Psoe conferma: non entrerà in maggioranza con il Partito Popolare né si asterrà dal voto in Parlamento. Il No di Pedro Sanchez riporta il Paese indietro di sei mesi. Torna lo spettro dell’ingovernabilità

Spagna: vince Rajoy ma senza maggioranza. Dai socialisti nuovo No al governo

“Non appoggeremo l’investitura di Rajoy, né ci asterremo dal voto”. A poche ore dai risultati definitivi delle elezioni generali del 26 giugno, che hanno sancito la vittoria del Partido Popular senza maggioranza assoluta, Antonio Hernando, portavoce del Psoe, pone fine a qualsiasi possibilità di trovare in breve tempo una soluzione all’ingovernabilità spagnola, nonostante l’obiettivo dichiaro dal PP sia quello di trovare un accordo per la formazione del nuovo Governo entro un mese, dopo che il Parlamento si sarà costituito il 19 luglio.

“Spetta a Mariano Rajoy fare il primo passo, la responsabilità non è del Psoe – ha continuato Herdando – “Se Rajoy vuole parlare, dovrà farlo con i partiti ideologicamente affini a lui (con il centrodestra, ndr.) e tra questi non c’è il Psoe”.



Un No chiaro che riporta la Spagna indietro di sei mesi. Senza un’alleanza coi socialisti, il leader popolare dovrà faticare non poco per raggiungere i 176 seggi necessari a governare. Ma le dichiarazioni del portavoce del Psoe smontano anche un altro scenario paventato fino a poche ore fa dai media spagnoli: quello riguardante la formazione di un governo a minoranza popolare grazie all’astensione dei socialisti in un voto di fiducia in Parlamento per investire Rajoy come primo ministro.

Non cambia dunque la linea del Psoe che negli ultimi mesi ha rifiutato qualsiasi “compresso” con Rajoy. Il prossimo 9 luglio la direzione del partito si riunirà per decidere quale sarà la posizione da mantenere, ma in base alle prime dichiarazioni, la decisione sembra già stata presa. Da sottolineare che anche il leader di Ciudadanos Albert Rivera, ha dichiarato che non appoggerà un governo guidato da Rajoy, allontanando ulteriormente la possibilità di costituire una gran coalicion di governo. 

Ricordiamo che, le elezioni del 26 giugno ha decretato la vittoria del partito Premier uscente Mariano Rajoy che ha conquistato il 33% dei voti e 137 seggi su 350 nel Congresso dei deputati. Il Psoe ha raggiunto il 22,7% e 85 deputati, mentre Podemos, deludendo le attese, si è fermato al 21,1% e 71 seggi, Ciudadanos è sceso invece al 13% e 32 seggi.

Commenta