Condividi

Smacco per McDonald’s: addio esclusiva sul Big Mac in Europa

Il colosso americano dei fastfood perde l’esclusiva nell’Unione Europea sul marchio Big Mac e rimedia una sconfitta bruciante proprio sul suo panino più antico e più celebre. Canta vittoria il concorrente irlandese Supermac’s ma la battaglia dei ricorsi non è finita

Smacco per McDonald’s: addio esclusiva sul Big Mac in Europa

McDonald’s non ha più l’esclusiva sul Big Mac, o meglio non ce l’ha più sul suo nome. Una sconfitta cocente per la catena di fast food più famosa del mondo, costretta a fare un passo indietro proprio sul punto che le è più caro: il suo panino più antico – il Big Mac è nato nel 1967 ad Uniontown, in Pennsylvania – e celebre. Almeno per quanto riguarda l’Unione Europea.

Nei Paesi Ue infatti, McDonald’s non potrà più rivendicare come marchio registrato il nome “Big Mac”, ma anche la parola “Mc”. Cosa significa? Significa che anche altre aziende potranno utilizzare questi nomi per i loro prodotti.



A deciderlo è stata l’EUIPO, l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà intellettuale. La vicenda nasce dai contrasti tra McDonal’s e Supermac’s, azienda irlandese che aveva chiesto all’EUIPO (Efficio europeo per la proprietà intellettuale) di poter registrare il suo marchio in tutta l’UE. In quel frangente McDonald’s si era opposta alla richiesta, sostenendo che il marchio ricordava troppo quello del Big Mac e avrebbe potuto dunque potuto confondere i clienti.

Nel 2017 Supermac’s ha deciso di contrattaccare, chiedendo la revoca a McDonald’s non solo del marchio registrato “Big Mac”, ma anche della parola “Mc”. Con una sentenza a sorpresa l’Euipo ha dato ragione alla società irlandese, dato che McDonald’s non è riuscita a dimostrare l’”uso effettivo” del marchio in questione in tutta l’Ue per un periodo continuato di cinque anni. Secondo l’ente, le prove fornite dalla multinazionale “sono insufficienti a provare l’uso effettivo dell’European Union Trademark”. Non solo, il colosso americano avrebbe addirittura approfittato del suo potere per frenare l’espansione dei “concorrenti”.

“Siamo molto contrariati dalla decisione dell’Euipo e crediamo che questa decisione non tenga conto delle prove sostanziali sottoposte da McDonald’s ai giudici per provare l’uso del nostro marchio Big Mac in Europa”, si legge nelle parole di un rappresentante di McDonald’s riportate da Cnbc. L’azienda ricorrerà in appello, ma fino ad allora, il “Big Mac” non sarà più solo suo.

Commenta