Condividi

Roberto Cavalli: addio Italia, va a Dubai

Il brand che porta il nome dello stilista toscano, già in passato finito nelle mani del fondo di private equity Clessidra, è stato ora acquistato dalla società d’investimento privato Vision Investments, del presidente di Damac Hussain Sajwani.

Roberto Cavalli: addio Italia, va a Dubai

Adesso è ufficiale: Roberto Cavalli, uno dei marchi di successo della moda made in Italy degli ultimi decenni, non batterà più bandiera italiana: il brand che porta il nome dello stilista toscano, già in passato finito nelle mani del fondo di private equity Clessidra, è stato ora acquistato dalla società d’investimento privato Vision Investments, del presidente di Damac Hussain Sajwani.

Vision Investments, che è parte del gruppo Dico e ha la sede negli Emirati Arabi Uniti a Dubai, è dunque risultata la miglior offerente tra le varie entità che si stavano contendendo il brand Cavalli. L’accordo fa seguito ad una partnership che in realtà esiste già da anni tra la maison fiorentina e il gruppo arabo: già dal 2017 infatti Cavalli ha iniziato a sviluppare gli interni di hotel di lusso tramite il brand “Aykon Hotels with interior design by Roberto Cavalli”.



Parlando dell’acquisizione, Hussain Sajwani ha dichiarato: “Siamo entusiasti di portare avanti l’incredibile storia del brand Roberto Cavalli. Dico vanta una lunga e fruttuosa collaborazione con Roberto Cavalli, e credo che il brand sposi perfettamente la nostra idea di lusso. Sono lieto di annunciare che la transazione si è svolta senza intoppi e che assicureremo la stabilità del management. L’obiettivo di Dico Investments è detenere brand dal prestigio internazionale, e questa acquisizione segna un passo significativo nella nostra strategia”.

Fondato nel 1992, il gruppo Dico è il ramo d’investimento da “diversi miliardi di dollari” di Hussain Sajwani, con interessi diversificati nei mercati di tutto il mondo. Gli investimenti della società si dividono in cinque aree chiave: mercati finanziari, immobiliare, hotel & resort, manifattura e catering e, ora, moda di lusso. La società stima secondo una nota di “investire circa 3 miliardi di dollari nei prossimi anni in mercati chiave in Europa occidentale e negli Stati Uniti”. Non è stata comunicata invece la cifra dell’affaire Cavalli.

Commenta