Condividi

Prysmian cresce in Russia e Kazakistan

La società specializzata nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni ha ottenuto commesse per cavi nei due Paesi orientali.

Prysmian cresce in Russia e Kazakistan

Prysmian continua a crescere in Russia e Kazakistan. Il gruppo attivo nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni conferma di aver raggiunto importanti traguardi nel settore delle reti di trasmissione di energia elettrica ad alta tensione nei due Paesi orientali.

In particolare, la società quotata in Borsa nel segmento MTA (ha da poco lasciato il Ftse Mib) si è aggiudicata il progetto per la realizzazione del collegamento alla rete elettrica che alimenterà una centrale di RusHydro, una delle più importanti aziende russe operanti nel settore della generazione di energia, situata nell’estremo est del Paese nell’area fra Vladivostok e Khabarovsk, con un sistema in cavo ad alta tensione (220 kV).

Contemporaneamente, nell’area di San Pietroburgo sta per essere consegnato il sistema in cavo a 110 kV per il collegamento alla rete di trasmissione di energia elettrica di una sottostazione del gruppo Rosseti. Anche in Kazakistan, Prysmian Group ha appena consegnato due sistemi in cavo ad alta tensione che fanno parte del progetto per lo sviluppo di infrastrutture nell’area che ospiterà le Universiadi Invernali del 2017, ad Almaty. La commessa, include un nuovo sistema in cavo a 110 kV e un sistema in cavo interrato a 220 kV, il primo prodotto interamente nello stabilimento del Gruppo basato a Rybinsk.

Oggi, in linea con il rimbalzo dei mercati, il titolo Prysmian guadagna a Piazza Affari il 2,5% a 18,38 euro per azione.

Commenta