Condividi

Pirelli presenta il libro “Una musa tra le ruote”

Il volume promosso dalla Fondazione Pirelli e a cura di Giovanna Ginex raccoglie un secolo di storia della comunicazione della P lunga – Un rapporto strettissimo tra industria e creatività, che ha visti coinvolti anche artisti come Renato Guttuso.

Pirelli presenta il libro “Una musa tra le ruote”

Si terra oggi, presso la Triennale Milano, la presentazione del libro “Una musa tra le ruote – Pirelli: un secolo di arte al servizio del prodotto“, un progetto di Fondazione Pirelli a cura di Giovanna Ginex. Nel corso della presentazione interverranno il presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera, il consigliere delegato della Fondazione Antonio Calabrò e l’architetto Alessandro Mendini e i designer Leonardo Sonnoli e Andrea Braccaloni.

Il volume ripercorre cent’anni (dal 1872 al 1972) della storia della comunicazione Pirelli, compiendo non solo un’abile operazione promozionale, ma anche un’acuta rilettura del rapporto che ha legato industria e creatività. Sono oltre duecento le opere nate per le campagne pubblicitarie della P lunga, oppure per illustrare la rivista “Pirelli” raccolte nel volume.

Moltissimi gli artisti coinvolti: dai grandi personaggi della cartellonistica e della grafica non solo italiana, fino ad artisti conclamati come Renato Guttuso, Fortunato Depero, Bruno Munari e Jean Michel Folon. 



La pubblicità che, come diceva anche Marshall McLuhan, si rende forma d’arte e dialoga a lungo e con profitto con l’industria, in una sorta di rivisitazione interessata del mecenatismo e la pubblicità, anche, che cerca di raccontare il profilo culturale di un Paese intero e dei cambiamenti che lo attraversano. Un dialogo, quello tra arte e industria, e in particolar modo tra l’arte e Pirelli, che non si è mai interrotto, ma ha solo assunto connotazioni diverse.

Commenta