Condividi

Npl, Banca Ifis: “Nessun impatto da nuova normativa”

L’istituto veneto spiega che nessuno dei crediti riferibili al portafoglio Npl proprietario è stato erogato successivamente al 14 marzo 2018 e perciò l’impatto della nuova normativa è pari a zero.

Npl, Banca Ifis: “Nessun impatto da nuova normativa”

“Banca Ifis precisa che nessuno dei crediti riferibili al portafoglio Npl proprietario è stato erogato successivamente al 14 marzo 2018. L’impatto della nuova normativa con riferimento alla data di applicazione è pertanto nullo”. È quanto sottolinea una nota rilasciata dalla banca veneta “con riferimento alle notizie di agenzia pubblicate nelle quali si afferma che le nuove regole riferite al trattamento e agli accantonamenti sui crediti deteriorati si applicheranno solo ai nuovi crediti erogati dal 14 marzo 2018“.

Inoltre – prosegue il comunicato – “Banca Ifis ha ragione di ritenere che la nuova normativa si applicherà ai crediti originati e non anche ai portafogli di crediti acquisiti da una banca che eserciti il business dell’acquisto, gestione e recupero dei crediti deteriorati all’interno di un piano strategico consolidato e con operatività effettuata a condizioni di mercato”.



Pertanto, Banca Ifis spiega che “in nessun modo la nuova normativa può incidere sull’operatività della propria area Npl, dedicata all’acquisto, gestione e recupero dei portafogli di crediti deteriorati originati da altre istituzioni finanziarie”.

Commenta