Condividi

Natale, vacanze per tutti i gusti: ecco alcuni suggerimenti per il relax invernale

Non serve fare il giro del mondo, basta scegliere un’emozione e scopri di averla a portata di mano: dal Sahara marocchino alle Dolomiti, dalle spiaggie israeliane alle Spa del Lago di Garda e della Svizzera. Ecco alcuni suggerimenti per le vacanze invernali

Natale, vacanze per tutti i gusti: ecco alcuni suggerimenti per il relax invernale

Non c’è bisogno di fare il giro del mondo, di avventurarsi in chissà quale angolo del pianeta, di sognare luoghi lontani ed esotici. Basta scegliere i propri desideri, e bastano pochi chilometri (e pochi euro) per esaudirli. E spesso ci si rende conto che la vacanza da sogno è più a portata di mano di ciò che si pensa.
Le suggestioni per le vacanze invernali, in particolare il Natale, non sono poche. E ce n’è per tutti i gusti.

CALDO – Ovviamente le temperature rigide del mese di dicembre in gran parte d’Italia inducono i più freddolosi a sognare sole e caldo. Pensando alle mete più comode e vicine, per chi volesse il mare ci sarebbe il meraviglioso Egitto con la sua barriera corallina e i suoi tesori di arte e storia. Ma quest’anno, meglio evitare. In compenso salgono le quotazioni dei vicini di casa di Israele, che a dispetto di prezzi non esattamente economici, si raggiunge con lo stesso tempo (circa 4 ore di volo) e offre insospettabili spiaggie, temperature miti e bellezze naturali. Una destinazione poco inflazionata, ma che sta iniziando ad andare di moda (http://goisrael.it).



Ma il caldo può significare qualcosa di più del mare. Può significare anche la magia del deserto nordafricano, in particolare il magnifico Sahara marocchino. Lì oltre a trovare il caldo si ritova anche se stessi: si usa parlare infatti adesso di “Desert Therapy”. Romantico, come nel film “Un thè au Sahara” di Bernardo Bertolucci, comico-avventuroso, come nel “Marrakech Express” di Gabriele Salvatores, o ancora incantevole, come nel libro di Paul Bowles “Il tè nel deserto”. Insomma, davvero per tutti i gusti. Per salire sul primo cammello: www.visitmorocco.com.

MONTAGNA – C’è chi invece l’inverno se lo vuole godere fino in fondo, con tutte le sue caratteristiche: freddo, neve, ghiaccio, scenari di alta montagna. Colore predominante: il bianco. E qui, basta non allontanarsi troppo dall’Italia. Ma senza neanche appiattirsi al solito skipass e discesa in sci. Magari farsi trascinare da qualche nuova tendenza, visto che c’è. Secondo gli operatori turistici, il più grande cambiamento del turismo invernale è e sarà anche quest’anno la riscoperta delle ciaspole. Percorsi defilati rispetto a quelli soliti da sci alpino, perfetti per praticare le mitiche ciaspolade o anche lo sci di fondo. Questo accade in particolare a Livigno, con i suoi 30 km di piste e la famosa scuola di sci per fondisti, ma anche nella vicina Francia, a pochi passi da Torino. A Livigno, nel mese di dicembre c’è anche la promozione “Shopping natalizio”, per accontentare anche la signora: un weekend per due persone a 80 euro ciascuno.

Ma spostandoci verso est troviamo una delle regine delle alpi, Bormio, con la Card Bormio Pass che raggruppa sci, terme e bagni (i famosi bagni all’aperto di Bormio, con splendida vista sulla valle). La tessera è personalizzabile, si parte da 128 euro (www.turismo.regione.lombardia). Infine, le solite Dolomiti, con la Val di Fassa che offre il pacchetto-lancio della stagione: “Pronti, attenti, scìa” (www.fassa.com).

PIACERI – Altrimenti restano i piaceri dei sensi: del corpo, della mente, e del palato. E in Lombardia abbiamo l’eccellenza della vacanza “rigenerante”. Il Lefay Resort & Spa, a Gargnano, sul Lago di Garda, ha queste credenziali: il Green Globe, prestigiosa certificazione di gestione eco-sostenibile, il Condè Nast Johansens “Excellence Award” come migliore Spa europea e lo SpaFinder Reader’s Choice Award come miglior Spa italiana. Volete rinascere? Lì c’è tutto: hammam di design, piscina esterna che sei praticamente sopra il cielo, e persino le tisane personalizzate e i trattamenti misti di medicina occidentale e orientale.

E per stuzzicare un po’ anche i piaceri del palato? Beh, sarebbe proprio da viziati pretenderlo. Ma volendo, c’è anche quello. Sempre dietro l’angolo, a Ginevra, dove le coppiette romantiche possono prenotare lo Sweet Celebrations, all’Hotel Mandarin Oriental. Le celebrazioni della dolcezza… già perchè qui oltre a Spa, massaggi, piscina e quant’altro, presso il ristorante “Le Sud” è previsto anche il gran finale: il maitre chocolatier Paul Bocuse che per l’occasione offre la sua pregiatissima torta al cioccolato. Da leccarsi i baffi.

Commenta