Condividi

Legge elettorale: il Rosatellum è legge

Dopo aver ottenuto il via libera di ieri ai 5 voti di fiducia chiesti dal governo sui vari articoli del testo, il provvedimento è stato definitivamente approvato al Senato con 214 si, 61 contrari, un astenuto – Polemiche in Aula.

Legge elettorale: il Rosatellum è legge

Il Rosatellum, o per meglio dire il “Rosatellum 2.0”, la versione rivisitata dopo la prima proposta del deputato del Pd Rosato, è finalmente legge. Dopo aver ottenuto il via libera di ieri ai 5 voti di fiducia chiesti dal governo sui vari articoli del testo, il provvedimento è stato definitivamente approvato al Senato con 214 si, 61 contrari, un astenuto. Con la sua pubblicazione in Gazzetta ufficiale diventerà legge.

Duro lo scontro dentro e fuori il Parlamento durante la discussione sul provvedimento dopo che ieri il Movimento 5 Stelle ha manifestato in piazza contro la blindatura del provvedimento. “Questa è la legge bunga-bunga – afferma il capogruppo a Senato M5S Andrea Cioffi – un’orgia di pluricandidati in cui l’utilizzatore finale è immancabilmente sempre lo stesso. Siete la stessa banda, voi senza idee, senza programmi, ma con il medesimo progetto, mantenere le poltrone per continuare a sfinire e spolpare una nazione allo stremo”. 

“Oggi scriviamo una buona pagina per la storia della Repubblica – afferma invece il capogruppo di Forza Italia al Senato, Paolo Romani – con questa legge poniamo le basi perchè la prossima legislatura sia stabile, capace di rispondere alle esigenze dei cittadini italiani. Oggi abbiamo evitato che si andasse al voto con i frutti di sentenze della Corte, testi non omogenei tra Camera e Senato, rilanciando con forza – conclude – il ruolo del Parlamento”.

Commenta