Condividi

L’autunno caldo delle banche: 20 mila esuberi in arrivo ma parte il nuovo Fondo

Sono circa 20mila gli esuberi in arrivo in banca – I sindacati sono molto preoccupati e si apprestano a un confronto difficile con l’Abi – Arriva però il nuovo Fondo esuberi: il decreto è in Gazzetta ma per renderlo operante serve una circolare Inps -Bpm, Ubi, Intesasanpaolo, Unicredit, Mps, Veneto Banca, Popolare di Bari, Banco Popolare in prima linea

L’autunno caldo delle banche: 20 mila esuberi in arrivo ma parte il nuovo Fondo

Gli esuberi rischiano di surriscaldare l’autunno delle banche e ci vorrà tutta l’abilità del tandem Mussari-Micheli dell’Abi per evitare lacerazioni. La contabilità degli esuberi è impietosa: oltre a Mps, che in totale deve ridurre il personale di 4.600 unità (ma in parte con la cessione di asset) c’è sul tappeto il caso di Bpm (700 esuberi), ma anche quello del Banco Popolare (circa mille esuberi), della Popolare di Bari (250), Unicredit (3.500), Intesasanpaolo (5.000), Ubi (1.578).

Un tavolo tra Abi e sindacati di categoria è già aperto ma, per fortuna, ieri in Gazzetta Ufficiale è apparso il testo del decreto sugli ammortizzatori sociali in banca. Si tratta in sostanza del nuovo Fondo esuberi e dell’introduzione dei cosiddetti contratti di solidarietà espansiva. In banca l’assegno di esodo verrà ridotto dell’8% ma sono pronti assegni di sostegno al reddito. Per rendere operativa la nuova normativa e il nuovo Fondo serve però ancora una circolare dell’Inps, che è attesa con ansia da banche e lavoratori.



Commenta