Condividi

L’Austria va a destra: Kurz cancelliere

Il trentenne conservatore Sebastian Kurz, già ministro degli Esteri, vince le elezioni austriache con il 31% dei voti ed il cancelliere in pectore ma dovrà allearsi con l’ultradestra che ha raccolto un netto successo elettorale – Prevista una stretta anti-migranti e anti-Ue

L’Austria va a destra: Kurz cancelliere

Sebastian Kurz, trentunenne leader del partito popolare, è il nuovo primo ministro austriaco. Elezioni vinte con il 31,4% delle preferenze, battendo il presidente uscente Christian Kern. La vera sorpresa della tornata elettorale austriaca è però il risultato ottenuto dalla destra nazionalista di Heinz Strache, che ha ottenuto il 27,4% dei consensi e che, con ogni probabilità, avrà un peso specifico nelle future mosse di governo. 

Attesa dunque una decisa svolta a destra: pugno duro sui profughi e cambiamento sul tema delle leggi comunitarie. Se l’ultradestra di Strache dovesse entrare nel prossimo governo, ha già fatto sapere di voler girare la spalle a Bruxelles. 

Durante tutta la campagna elettorale il neo-premier Kurz ha rivendicato le sue mosse anti-migranti, come il blocco del confine austro-balcanico che ha causato la tragedia di Idomeni o lo schieramento dell’esercito al Brennero. 

 

Commenta