Condividi

Kpmg e Confindustria: arrivano in Italia le nuove Linee Guida sulla sostenibilità

KPMG e Confindustria – Accelerare la diffusione del reporting di sostenibilità per rendicontare i risultati finanziari, ambientali, sociali e di governance accrescendo la trasparenza verso la collettività, la comunità finanziaria e tutti gli stakeholder, oltre all’attenzione verso ambiente e etica: se ne parla a Roma mercoledì nella sede Confindustria

Kpmg e Confindustria: arrivano in Italia le nuove Linee Guida sulla sostenibilità

Accelerare la diffusione del reporting di sostenibilità per rendicontare i risultati finanziari, ambientali, sociali e di governance accrescendo la trasparenza verso la collettività, la comunità finanziaria e tutti gli stakeholder, oltre all’attenzione verso l’ambiente e l’etica. E’ questo l’obiettivo delle Linee Guida di nuova generazione (G4) del Global Reporting Initiative (GRI), l’organizzazione che guida e promuove lo sviluppo del reporting di sostenibilità a livello internazionale, che saranno presentate a Roma l’11 settembre alle ore 9.30, presso la sede di Confindustria.

Durante l’evento, organizzato da KPMG e Confindustria, e sponsorizzato dal Gruppo Salini Impregilo, saranno presentate le principali novità nella predisposizione dei documenti per la redazione del Bilancio di Sostenibilità. Nel corso dell’incontro, i principali esperti del settore a livello nazionale e internazionale, racconteranno le loro prime impressioni, la loro esperienza e i trend futuri su questi temi.



La principale caratteristica che contraddistingue le linee guida G4 è la maggiore accessibilità e facilità di utilizzo da parte delle imprese, oltre ad un maggiore allineamento con altri standard sviluppati a livello internazionale (come le linee guida OECD, gli United Nation Global Compact Principles e gli UN Guiding Principles on Business and Human Rights).

Il ‘principio di materialità’, ossia la rilevanza delle informazioni da includere nel report, è l’elemento che caratterizza la quarta edizione delle Linee Guida del GRI. Un aspetto questo che permetterà alle organizzazioni di concentrarsi sugli impatti economici, ambientali e sociali realmente rilevanti e di conseguenza permetterà di sviluppare Bilanci di Sostenibilità più strategici e mirati a rispondere alle aspettative degli stakeholder.

Ernst Ligteringen, Amministratore Delegato del GRI, ha affermato: “L’analisi di materialità permetterà alle aziende di valutare quanto il posizionamento strategico sia allineato con le aspettative degli stakeholder rispetto ai temi della sostenibilità, consentendo alle aziende di migliorare la propria reputazione. Durante l’evento le

aziende avranno l’opportunità di comprendere e analizzare i cambiamenti derivanti dalle nuove Linee Guida, esaminando anche il focus sul principio di materialità”.

PierMario Barzaghi, Partner KPMG, aggiunge: “L’iniziativa offre l’opportunità di alimentare il dibattito su un tema di grande attualità su cui le aziende italiane sono da tempo impegnate, per garantire una rendicontazione completa e trasparente dei loro impatti”. Alessandro Laterza, Vice Presidente per il Mezzogiorno e Presidente della Commissione Cultura di Confindustria, ha dichiarato: “Il G4 promuove un nuovo modello di business all’interno della società. Il principio di materialità, che rappresenta la vera innovazione delle nuove Linee Guida, renderà il report di sostenibilità più credibile e comprensibile, rispondendo alle attese degli stakeholder. In questo modo migliorerà la qualità delle informazioni comunicate dalle aziende sulla sostenibilità, a beneficio dei mercati e dell’intera società”.

Commenta