Condividi

Italia-Cina, Intesa Sanpaolo e Icbc insieme per sostenere Pmi

Si tratta di un ulteriore passo avanti per la ripresa e lo sviluppo imprenditoriale sulla direttrice Italia-Cina. L’accordo è stato sottoscritto in occasione della China International Import Expo (Ciie) in corso a Shanghai

Italia-Cina, Intesa Sanpaolo e Icbc insieme per sostenere Pmi

Supportare il mondo delle piccole e medie imprese italiane e cinesi interessate da attività industriali e commerciali attraverso servizi finanziari e no. Nasce con questo obiettivo l’accordo tra Intesa Sanpaolo e Icbc-Industrial and Commercial Bank of China nell’ambito della cornice istituzionale della Fondazione Italia Cina, di cui sono storicamente soci e membri effettivi del Cda. Il Memorandum of Understanding trilaterale è stato sottoscritto in occasione della China International Import Expo (Ciie) in corso a Shanghai.

Secondo una nota, le due banche si propongono di offrire prodotti e servizi a supporto delle due comunità, favorendo la presentazione e il successivo accompagnamento della reciproca clientela, anche attraverso il supporto e l’esperienza della Fondazione Italia Cina. Inoltre, la collaborazione si indirizzerà verso la realizzazione di iniziative congiunte di promozione a favore dello sviluppo di business negli ambiti di riferimento.



Stefano Barrese, Responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo ha sottolineato come l’internalizzazione sia uno strumento cruciale per la ripresa e lo sviluppo delle Pmi verso un mercato potenzialmente sconfinato come quello cinese, offrendo a queste “prodotti e servizi dedicati in grado di favorirne la crescita anche all’estero”. Con questa partnership “puntiamo per la prima volta a strutturare un’offerta commerciale distintiva per rispondere efficacemente alle esigenze dell’imprenditoria cinese”, ha concluso Barrese.

Per Rosario Strano, Responsabile Progetto Cina Intesa Sanpaolo: “Attraverso il potenziale di due grandi banche come Isp e Icbc risulterà facilitato in particolare lo sviluppo delle iniziative imprenditoriali delle Pmi, significativamente presenti nei due Paesi, imprese che più di altre hanno bisogno di essere supportate attraverso una piattaforma completa di servizi finanziari e no, durante le diverse fasi della loro crescita”.

Secondo Mario Boselli, Presidente della Fondazione Italia Cina, questo accordo consentirà di fornire uno strumento innovativo a livello di sistema, ma soprattutto un ulteriore supporto pratico alle aziende dei due Paesi in un momento storico così delicato.

Commenta