Condividi

Golf, tutti a casa di Rory

Comincia oggi il torneo al K Club di Straffan in Irlanda – In prima linea troviamo gli italiani Matteo Manassero e Renato Paratore.

Golf, tutti a casa di Rory

Rory McIlroy fa gli onori di casa nel torneo che comincia oggi al K Club di Straffan in Irlanda e gli amici che lo hanno raggiunto per questa gara, sponsorizzata dalla fondazione del numero tre del mondo, sono davvero tanti. In prima linea troviamo gli italiani Matteo Manassero e Renato Paratore, giovani, desiderosi di afferrare nuovi successi e di migliorare la loro posizione nei vari ranking. Paratore può ancora staccare un biglietto per Rio e c’è da sperare che, un punto dopo l’altro, riesca nell’impresa.

Il field è ricco e importante e raggiungere un buon piazzamento non sarà facile. Ne fanno parte, fra gli altri, Danny Willet, vincitore del Masters e leader della Race to Dubai; Martin Kaymer, ex numero uno del mondo; Graeme McDowell, Darren Clarke, Padraig Harrington, vincitori di major; e ancora Shane Lowry, Lee Westwood, Matthew Fitzpatrick, Miguel Angel Jimenez, Rafael Cabrera Bello, David Lingmerth, Thongchai Jaide. Molto attesa è la prova del ventenne coreano Jeunghun Wang, rivelazione di quest’anno, vincitore delle ultime due gare del circuito europeo.



Rory parte favorito, ma bisogna ammettere che non sta giocando bene, o meglio, non quanto potrebbe. Nel 2016 il suo rendimento è sempre stato altalenante, lo si è visto anche la settimana scorsa a The Players, dove è arrivato “solo” dodicesimo, mentre il numero uno del mondo, Jason Day, ha dominato la gara per 4 giorni. Particolarmente bella, in quel contesto prestigioso, è stata la performance di Francesco Molinari, settimo, alla sua prima top ten dell’anno. Questo weekend Molinari non gioca, visti i numerosi impegni che lo attendono a breve. Il montepremi è di quattro milioni di euro, uno dei più alti del circuito.

Su Pga Tour intanto parte oggi l’AT&T Byron Nelson, sul percorso del TPC Four Seasons Resort and Club Dallas at Las Colinas, a Irving in Texas. Una gara di buon livello, che vanta fra i partecipanti, il numero due del mondo Jordan Spieth. Il biondino di Dallas sembra in crisi, visto il taglio mancato della scorsa settimana; probabilmente i brutti ricordi del Masters minano ancora la sua sicurezza e giocare in un luogo che conosce potrà aiutarlo a ritrovare i suoi punti di riferimento. Ottimo il livello dei partecipanti. Si segnalano, fra gli altri, Dustin Johnson, Zach Johnson, Matt Kuchar, Keegan Bradley, Sergio Garcia, Louis Oosthuizen, Brandt Snedeker, Bryson DeChambeau, Ian Poulter. Il montepremi è di 7.300.000 dollari con prima moneta di 1.314.000 dollari.

Entrambi i tornei vengono trasmessi, parzialmente, in diretta su Sky Sport.

Commenta