Condividi

Golf, Tiger nella “trappola dell’Orso”

Il campione americano torna in campo a Palm Beach Garden, in Florida, sullo splendido percorso “Champion” del Pga National.

Golf, Tiger nella “trappola dell’Orso”

Tiger Woods gioca per la seconda settimana di seguito un torneo del tour americano e lo fa a due passi da casa sua, a Palm Beach Garden, in Florida, sullo splendido percorso “Champion” del Pga National, disegnato da Jack Nicklaus. Su questo tracciato l’Orso d’oro ha lasciato la sua zampata più feroce, la cosiddetta “Bear Trap”, formata dalle buche 15, 16 e 17. Chi supera indenne quest’ostacolo, durante i quattro giorni di gara, ha buone probabilità di vincere. Tiger ci prova, da oggi a domenica, anche se la settimana scorsa non ha passato il taglio nel Genesis Open, torneo vinto dal mancino Bubba Watson. Il fatto che l’ex numero uno torni subito in campo è un buon segno, vuol dire che sta bene fisicamente e mentalmente e che cerca di togliersi di dosso un po’ di ruggine, dopo la lunga sosta per gli interventi chirurgici alla schiena. Male che vada, domani sera, tornerà a casa a piedi.

È di questi giorni inoltre la notizia che l’amico Steve Stricker, capitano della squadra Usa per la Ryder Cup 2018, che si svolgerà a Parigi, lo ha nominato suo vice.



Difende il titolo Rickie Fowler, che dalla vittoria dello scorso anno ha giocato 22 eventi in tutto il mondo, collezionando ben 15 piazzamenti fra i primi 15 giocatori. Torna sulle scene anche lo spagnolo Sergio Garcia, campione Masters 2017, al suo debutto in stagione sul Pga Tour. El Nino si è sposato circa un anno fa e il mese prossimo diventerà padre per la prima volta. La lista dei fuoriclasse a Palm Beach comprende, fra gli altri, Rory McIlroy, ancora opaco nell’ultima apparizione, Justin Thomas, Adam Scott, Gary Woodland, Tyrrel Hatton, Daniel Berger. Il montepremi è di 6,6 milioni di dollari.

Il tour europeo invece resta nel golfo e fa sosta a Doha, per il Commercial Bank Qatar Masters (22-25 febbraio). Sei gli italiani in campo: Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Nino Bertasio, Renato Paratore, Andrea Pavan e Lorenzo Gagli. Difende il titolo il coreano Jeunghun Wang in un contesto che comprende gli inglesi Chris Wood e Andy Sullivan, il gallese Jamie Donaldson, lo svedese Robert Karlsson, lo spagnolo Pablo Larrazabal. Il montepremi è di 1,420 milioni di euro.

Commenta