Condividi

Golf: Molinari, campione europeo in carica, torna a Dubai

Il campione d’Europa di golf, Francesco Molinari, torna questa settimana a Dubai dove si conclude il tour 2019 e dove l’anno scorse raccolse un clamoroso successo

Golf: Molinari, campione europeo in carica, torna a Dubai

Francesco Molinari, campione d’Europa 2018, torna questa settimana a Dubai, dove si conclude la stagione 2019 del tour, dopo 47 tornei disputati in 31 nazioni diverse. La sede è il percorso Jumeirah Golf Estates e la gara è il DP World Tour Championship con un montepremi extralarge: otto milioni di dollari, tetto massimo sul circuito e una prima moneta di tre milioni di dollari, la più alta in assoluto per l’European Tour.

In campo ci sono 50 concorrenti, i primi della Race to Dubai (ordine di merito), fra i quali brillano star del calibro di Rory McIlroy, Justin Rose, Sergio Garcia, Henrik Stenson. 



Molinari, che l’anno scorso ha vinto la Race to Dubai al termine di una stagione eccezionale, che lo ha visto trionfare in un major e alla Ryder, è solo 28esimo e non potrà concorrere nuovamente per il titolo annuale. Niente vieta però che, con un colpo d’ala, riesca a centrare il colpaccio finale e a portarsi a casa almeno il cospicuo montepremi del singolo torneo. Gli altri azzurri in campo sono Andrea Pavan, 29esimo e Guido Migliozzi, 40esimo. Tanti i motivi d’interesse: un titolo prestigioso da conquistare; la lotta a cinque per l’ambito successo nella Race To Dubai; la sfida a quattro per il titolo di “Rookie of The Year”, che vede in corsa Migliozzi. 

La magnifica cinquina, a caccia della corona di Re d’Europa è guidata da Bernd Wiesberger, vincitore di tre titoli in stagione di cui due nelle Rolex Series, Open d’Itala compreso. Lo inseguono Tommy Fleetwood, Jon Rahm, Shane Lowry, Matthew Fitzpatrick. Se Wiesberger arriva almeno secondo nel torneo, vince la classifica annuale. Gli altri dipendono in certa misura dal risultato del leader. Il più in forma è Fleetwood, a segno nel Nedbank Golf Challenge della scorsa settimana, altro torneo ricchissimo e che gli ha regalato un sacco di punti.  È terzo anno di seguito che Tommy insegue questo risultato a Dubai e in fondo se lo merita anche. 

Francesco Molinari cercherà di tornare alla vittoria che gli manca da otto mesi (Arnold Palmer Invitational, 2019, PGA Tour). Ci sarà anche un derby in famiglia con Pavan per la supremazia italiana nel continente con i due che sono separati da appena 30 punti. Si gioca sulla distanza di 72 buche, senza taglio.

Guido Migliozzi proverà a prendersi il “Rookie of The Year Award”, riconoscimento che spetta al miglior debuttante della stagione. Per questo titolo è in competizione con lo scozzese Robert MacIntyre, numero 11 nella money list, con lo statunitense Kurt Kitayama (12°) e con lo spagnolo Adri Arnaus (37°).

Commenta