Condividi

General Motors, ancora bufera: in due giorni 642.650 vetture ritirate dalle strade

In soli due giorni sono stati annunciati tre ritiri, che portano il totale a 71: in tutto 29,95 milioni veicoli con difetti di costruzione sono ritornati alla casa madre.

General Motors, ancora bufera: in due giorni 642.650 vetture ritirate dalle strade

General Motors ha effettuato tre richiami di veicoli tra ieri e oggi, per un totale di 624.250 vetture ritirate. La somma complessiva dei richiami da parte del colosso di Detroit ammonta a 71, corrispondenti a 29,95 milioni di unità ritirate dalle strade. Tra gli ultimi, il richiamo più imponente è quello di 290.107 Cadillac Srx (modelli dal 2010 al 2015) e Suv Saab 9-4X (modelli del 2011 e 2012). 

Entrambi i modelli presentavano difetti al regolatore della convergenza posteriore, che rischiava di staccarsi. Il costruttore americano ha ritirato anche 89.294 Chevrolet Sparks. Questi nuovi malfunzionamenti, riscontrati da GM e comunicati alla National Highway Traffic Safety Administration lo scorso 17 settembre, hanno già causato due incidenti con conseguenti ferimenti. 



A luglio scorso l’ad Mary Barra era stato ascoltato dal Congresso degli Stati Uniti per un’interpellanza parlamentare in merito ad altri difetti, ben più gravi degli ultimi riscontrati. I blocchetti di accensione di alcuni modelli Gm presentavano un problema che causava lo scatto all’indietro della chiave, facendo spegnere il motore e, soprattutto, disattivando servofreno, servosterzo e airbag. 

Commenta