Condividi

Françoise Gilot: una mostra per celebrare i suoi 100 anni

Christie’s e HomeArt Proudly celebrano con una mostra la magnifica vita dell’artista Francoise Gillot per il suo centesimo compleanno. La mostra si terrà dal 26 novembre al 1 dicembre presso il centro congressi ed esposizioni di Hong Kong

Françoise Gilot: una mostra per celebrare i suoi 100 anni

Una mostra che presenta alcune delle opere più importanti della carriera di Gilot, per celebrare la straordinaria vita dell’artista nel giorno del suo centesimo compleanno. Già uno dei membri più rispettati della sua generazione all’età di 21 anni, Françoise Gilot è stata testimone e ha contribuito a definire uno degli ultimi grandi periodi dell’arte moderna europea, accanto a maestri come Braque, Chagall, Cocteau, Matisse e Picasso, con il quale aveva una relazione decennale.

Una delle menti creative più dotate della sua generazione in Europa, ha dedicato tutta la sua vita alla continua esplorazione di molteplici discipline creative tra pittura, stampa e scrittura, oltre a sperimentare tensioni creative tra astrazione e figurazione. Le sue creazioni sono state esposte nei maggiori musei del mondo. L’ampio contributo di Gilot come artista visionario, duraturo e indipendente sarà presentato in questa mostra, presentando un’opportunità irripetibile per il pubblico in Asia di apprezzare le sue opere più significative, dagli anni ’40 agli anni ’10. Come celebrazione della straordinaria vita e opera di Gilot, Christie’s onora l’artista aprendo la mostra il 26 novembre, giorno del suo centenario presso l’Hong Kong Convention and Exhibition Center.



Françoise Gilot – Già una stella nascente nel mondo dell’arte all’età di 21 anni, Gilot apparteneva all’ambiente del dopoguerra di artisti che ridefinivano il panorama artistico europeo. Dopo la sua prima importante mostra a Parigi nel 1943, Gilot firmò un contratto con il leggendario mercante d’arte Daniel-Henri Kahnweiler, diventando una delle uniche due artiste ad essere mai firmate da lui. La sua prima mostra con la famosa Galerie Louise Leiris di Kahnweiler ha avuto luogo nel 1952 a Parigi, un momento critico nella sua vita e nella sua carriera. All’inizio della sua carriera in Francia, Gilot è stata influenzata dai suoi coetanei come Picasso, Braque, Chagall, Matisse e Cocteau ed è emersa come membro della generazione più giovane del dopoguerra che si è evoluta dall’era moderna. Gilot fiorì nella sua pratica e trascorse sempre più tempo in America durante gli anni ’60, iniziando un nuovo capitolo e seguendo nuove direzioni nel suo lavoro e nella sua vita. L’abilità artistica di Gilot si è ulteriormente evoluta durante il suo trasferimento negli Stati Uniti nel 1970, quando ha iniziato a esplorare molteplici discipline creative tra pittura, stampa e scrittura, ed esaminando le tensioni creative tra astrazione e figurazione. Nel 1970, il suo lavoro è stato esposto al Southampton Museum of Art di New York, la prima di molte mostre museali a seguire. Gilot riceverà l’onorificenza di Chevalier de la Legion d’Honneur dal Ministero della Cultura francese nel 1990, seguito dall’Officier de la Legion d’Honneur, conferito dal governo francese nel 2009. Il lavoro di Gilot si trova in importanti collezioni museali di tutto il mondo , tra cui il Museum of Modern Art, New York, il Metropolitan Museum of Art, New York, il Tel Aviv Museum of Art e il Musée d’art moderne de la ville de Paris.

Studio blu olio su tavola 147×115,2 cm. (57 7/8 x 45 3/8 pollici) Dipinto nel 1953 – Dopo la sua mostra di riferimento alla Galerie Louise Leiris nel 1952, Gilot dipinse Étude bleue, un sorprendente autoritratto che esprime audacemente e magnificamente il proprio senso di sé in questo momento.

Lo stile pittorico riflette gli sviluppi significativi che stava progredendo dai primi anni ’40, prima del suo incontro con Picasso, con colori audaci e linee contrastanti.

Un’opera magnificamente vibrante, risonante e articolata, Etude bleue proietta una forte immagine di sé di Gilot sull’orlo di un cambiamento significativo e audace nella sua vita sia come artista che come donna. proietta una forte immagine di sé di Gilot sull’orlo di un cambiamento significativo e audace nella sua vita sia come artista che come donna. Françoise Gilot nel suo atelier di Manhattan, 2011. Foto: © Piotr Redlinski.

Commenta