Condividi

Enel-Metroweb: accordo in vista su fibra, 28 luglio Cda

A ridosso del termine del 20 luglio, le due società avrebbero raggiunto ormai l’intesa, tanto che il pacchetto potrebbe essere portato sul tavolo del Cda convocato a fine mese per l’approvazione della semestrale

Enel-Metroweb: accordo in vista su fibra, 28 luglio Cda

Tutto pronto per celebrare l’accordo Enel-Mtroweb sulla fibra? Le indiscrezioni indicano che il barometro è positivo tanto che il pacchetto potrebbe arrivare sul tavolo del consiglio d’amministrazione del 28 luglio, già convocato da dicembre per approvare la semestrale. Inizialmente si era parlato di un Cda al più tardi ai primi di agosto. 

La notizia è stata rilanciata da Corcom secondo il quale, appunto, la deadline di domani – 20 luglio – relativa al periodo di negoziazione in corso con i soci di Metroweb Italia – F2i Sgr e Cdp Equity/FSI Investimenti per l’integrazione tra la controllata Enel Open Fiber e la stessa Metroweb sarà pienamente rispettata, nel senso che non ci saranno ulteriori proroghe alle trattative (la prima scadenza del 3 luglio era stata prorogata al 20). Se ne deduce che le trattative dovrebbero essere andate a buon fine.

Ora infatti, ha riferito l’agenzia DowJones, sembra che la strada sia decisamente in discesa. Le trattative con Fastweb (socio con il 10,6% di Metroweb Milano e titolare di una clausola di lock up che scade nel 2017) si sarebbero sbloccate tanto che l’azienda sarebbe orientata a dare il via libera all’operazione con Enel a patto di essere inserita negli accordi siglati tra il colosso energetico e altri operatori. Una seconda criticità riguarderebbe il fatto che molte città in cui Enel Open Fiber arriverà con la rete sono già state cablate da Fastweb. Per questo, l’operatore avrebbe avanzato la richiesta di avere tariffe agevolate sulla cosiddette linee secondarie, ovvero quelle che si occupano di collegare il ‘cabinet’ (l’armadio) direttamente alla sede dell’abbonato.

Enel e gli azionisti di Metroweb, Cassa depositi e prestiti e F2i, stanno discutendo la fusione delle attività di Enel open fiber e della stessa Metroweb con l’obiettivo di creare una sola società per la realizzazione di una rete di telecomunicazioni in fibra.

Recentemente l’Ad di Enel Francesco Starace era stato aveva lasciato intendere la volontà di chiudere presto l’intesa: “Presto e bene – aveva tuttavia sottolineato – non vanno d’accordo, si sta cercando di fare il prima possibile ma non si tratta di comprare due edicole… anche se bisogna accelerare”, ha aggiunto a margine della presentazione alla Camera della Relazione annuale dell’Agcom il 5 luglio, a proposito della decisione annunciata il 3 luglio scorso di protrarre la discussione per l’eventuale acquisizione fino al 20 luglio.

Commenta