Condividi

Dividendi 2018: il 23 aprile arrivano 2 miliardi di cedole. Ecco chi stacca

Lunedì 23 aprile, 12 società quotate inaugureranno la stagione dei dividendi 2018, staccando la loro cedola – Da Unicredit a Luxottica, ecco chi stacca e quanto distribuisce. Nella seconda metà di maggio nuova ondata di cedole. Quest’anno in distribuzione in tutto 12,9 miliardi agli azionisti

Dividendi 2018: il 23 aprile arrivano 2 miliardi di cedole. Ecco chi stacca

E’ arrivato il momento di incassare. Il 23 aprile a Piazza Affari comincia ufficialmente la stagione dei dividendi 2018. In attesa della pioggia di cedole che saranno distribuite nella seconda metà di maggio dalle big della Borsa di Milano, lunedì si parte con la prima tranche di utili da erogare agli azionisti.

Saranno in totale dodici le società quotate, di cui 8 appartenenti al Ftse Mib, che apriranno le danze staccando la loro cedola con data di pagamento prevista pochi giorni dopo. La cifra complessiva che sarà consegnata ai soci il prossimo 23 aprile supera ampiamente i due miliardi di euro su un totale di 12,9 miliardi di euro che finiranno nelle tasche degli investitori a primavera conclusa. A livello generale, grazie alla cavalcata effettuata da Piazza Affari nel 2017, alla crescita economica e all’aumento degli utili registrato dalle singole società l’anno scorso, i dividendi sono cresciuti del 3,2% rispetto a un anno fa.



DIVIDENDI 2018: LE CEDOLE DELLE BANCHE IN ARRIVO IL 23 APRILE

Entrando nel merito, impossibile non partire da Unicredit. Per la banca guidata da Jean Pierre Mustier, il 2018 segna finalmente il ritorno al dividendo dopo un anno molto intenso caratterizzato da un aumento capitale da 13 miliardi di euro, il più grande finora realizzato in Italia. Il 23 aprile  l’istituto di Piazza Gae Aulenti staccherà una cedola (la data di pagamento è il 25 aprile) pari a 32 centesimi per azione per una cifra complessiva di 713 milioni di euro. Il rendimento è pari all’1,82%, mentre il payout corrisponde al 20% dei profitti.

Rimanendo nel comparto bancario a staccare la cedola lunedì ci saranno anche Finecobank (pagamento 25 aprile), che distribuirà un dividendo di 0,285 euro per azione – in aumento rispetto agli 0,28 euro dell’anno scorso – per un totale di 173 milioni di euro, e Banca Mediolanum che dopo l’acconto erogato lo scorso anno verserà il saldo. Nel complesso, la banca distribuisce ai propri soci 148 milioni di euro, corrispondenti a 2 centesimi per azione. Chiude la “sezione banche”, Banca Ifis, con una cedola di 1 euro per azione per 53 milioni di totale.

DIVIDENDI 2018: LE BIG DEL FTSE MIB

Tra i colossi del Ftse Mib che staccheranno la cedola il 23 aprile spicca Cnh Industrial che ha fissato un dividendo di 0,14 euro per azione (in pagamento il 2 maggio) da 0,11 euro del 2017, per un totale di circa 191 milioni di euro. A fare la parte del leone ci sarà invece Luxottica, con 490 milioni di utili complessivi da distribuire, corrispondenti a 1,01 euro per ogni singola azione acquistata dagli investitori. Data di pagamento: 25 aprile.

Tornando alla galassia Agnelli, Ferrari quest’anno ha deciso un aumento a doppia cifra sul dividendo 2018 (+11,8% per la precisione) destinando ai soci 0,71 euro per azione (da 0,635) per un totale di 134 milioni. Data di pagamento: 2 maggio.

Nel paniere principale, lunedi Recordati staccherà una cedola di 85 centesimi (con acconto di 0,42 euro versato quattro mesi fa) per un totale di quasi 90 milioni di euro, mentre ai soci di Prysmian andranno 43 centesimi per azione per 98 milioni di euro di utili. Entrambe pagheranno il 25 aprile.

DIVIDENDI 2018: LE ALTRE SOCIETà CHE STACCANO LA CEDOLA IL 23 APRILE

Tra le altre società che inaugurano la stagione dei dividendi staccando il prossimo 23 aprile c’è anche Autostrade Meridionali con 1 euro per azione e 4,3 milioni di utili da versare. 1 euro per azione anche per De’ Longhi, su 149 milioni complessivi, mentre a chiudere la lista c’è Piaggio con 0,055 centesimi per azione e 19,7 milioni di totale.

 

Commenta