Condividi

Cina: via libera alla Banca di Alibaba

Il colosso cinese dell’e-commerce sarà azionista di maggioranza con il 30% del capitale del nuovo istituto – Altri soci saranno il conglomerato privato Fosun (con il 25%), il fornitore automobilistico Wanxiang (18%) e la società d’investimento Yintai (16%).

Cina: via libera alla Banca di Alibaba

Dopo l’Ipo dei record a Wall Street, Alibaba ottiene il via libera ufficiale per la creazione di una banca privata. Lo ha annunciato oggi la “China Banking Regulatory Commission”, precisando che il colosso cinese dell’e-commerce sarà azionista di maggioranza con il 30% del capitale del nuovo istituto, che avrà sede nella provincia di Zhejiang (nell’est della Cina), dove il gruppo ha il suo quartier generale.

Altri azionisti saranno il conglomerato privato Fosun (con il 25%), il fornitore automobilistico Wanxiang (18%) e la società d’investimento Yintai (16%). 



Con l’obiettivo di diversificare le attività, nel giugno 2013 Alibaba ha lanciato “Yu’ebao”, un prodotto d’investimento che offre un tasso di rendimento più alto dei depositi bancari cinesi, offrendolo anche agli utenti del suo sistema di pagamento elettronico “Alipay”. 

“Yu’ebao” è stato sottoscritto da oltre 100 milioni di clienti, che in un anno hanno investito circa 580 miliardi di yuan (pari 74 miliardi di euro). 

Commenta