Condividi

Carige: titolo +11% su annuncio cessioni

Dopo l’annuncio del processo di cessione di asset non core, il titolo di Banca Carige vola in Borsa, schizzano anche i volumi – Centrale la dismissione di un portafoglio di Npl da 1,2 miliardi – La banca prevede di reperire circa 200 milioni di euro.

Carige: titolo +11% su annuncio cessioni

Il titolo di Banca Carige galoppa in borsa dopo l’annuncio dell’avvio del processo di cessione di un portafoglio di Non Performing Loans del valore di 1,2 miliardi di euro. Non solo, l’istituto genovese dismetterà anche la piattaforma di gestione dei crediti problematici, asset immobiliari, la controllata Creditis e il business merchant book.

Un progetto che a quanto pare piace agli investitori di Piazza Affari che hanno premiato il titolo con una pioggia di acquisti. Le azioni, dopo essere state bloccate in asta di volatilità, sono rientrate in contrattazione segnando un rialzo teorico del 10,99% a 0,2546 euro, mentre il Ftse Italia Banche viaggia appena sopra la parità (+0,03%). In salita anche i volumi: da stamattina sono passati di mano quasi 10 milioni di pezzi. 

L’istituto ligure punta a chiudere le cessioni entro la fine del 2017. In base alle previsioni, attraverso queste operazioni Banca Carige dovrebbe riuscire a reperire circa 200 milioni di euro.

I processi competitivi partiranno entro la fine di questa settimana. “In particolare, contando già un forte interesse da parte di numerosi operatori sia domestici che internazionali, Carige sta predisponendo la virtual data room per Npl, con l’obiettivo di cedere un portafoglio con un valore lordo non inferiore a 1,2 miliardi di euro”. 

“In relazione alla piattaforma di gestione – continua la nota pubblicata dall’istituto ligure – sono stati già definiti gli investitori target, ossia operatori già attivi nel mercato con un chiaro progetto di crescita. La banca si avvarrà in futuro del supporto della piattaforma, quale servicer esterno per portafogli selezionati di crediti in sofferenza. Sul real estate, il processo di cessione sarà focalizzato in particolare sui due asset di pregio situati a Milano in Corso Vittorio Emanuele e a Roma in Via Bissolati. L’immobile di Milano ha una superficie lorda di circa 2.600 mq, per un totale di 6 piani fuori terra e 2 interrati, mentre il palazzo situato a Roma ha una superficie lorda di circa 3.100 mq, con 8 piani fuori terra e 2 interrati. Entrambi gli immobili sono attualmente occupati dal gruppo Carige, con destinazione direzionale e retail”

 

Commenta