Condividi

Canone Rai, esenzione: chi ne ha diritto e cosa fare

I contribuenti che non hanno la televisione e gli anziani con redditi bassi possono non pagare il canone Rai, ma il tempo stringe: l’esenzione su tutto il 2020 è concessa solo a chi presenta la dichiarazione sostitutiva entro il 31 gennaio

Canone Rai, esenzione: chi ne ha diritto e cosa fare

Il 31 gennaio è l’ultimo giorno utile per chiedere l’esenzione dal canone Rai 2020. Come spiega l’Agenzia delle Entrate sul suo sito, in alcuni casi il contribuente può presentare una dichiarazione sostitutiva per evitare l’addebito dei 90 euro l’anno nella bolletta della luce.

Vediamo nel dettaglio in quali circostanze si ha diritto all’esonero dal canone Rai.

ESENZIONE CANONE RAI 2020 PER GLI OVER 75

Chi ha compiuto 75 anni e dispone di un reddito annuo inferiore a 8.000 euro può non pagare il canone Rai. Attenzione: la soglia fa riferimento alla somma dei redditi dei coniugi. Inoltre, è necessario non avere altri conviventi titolari di un reddito proprio, fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti.

L’esenzione spetta per tutto il 2020 se il contribuente ha compiuto 75 anni entro il 31 gennaio; se invece il compleanno cade fra il primo febbraio e il 31 luglio, l’agevolazione è valida solo per il secondo semestre.

Per inviare la dichiarazione sostitutiva, gli over 75 possono scegliere uno dei seguenti canali:

  • Posta ordinaria, in plico raccomandato, senza busta, all’indirizzo Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (allegando la copia di un documento);
  • posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it
  • consegna diretta in qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco i documenti messi a disposizione dal Fisco:

Modello di esenzione canone Rai per gli over 75 – pdf

Istruzioni per la compilazione – pdf

UTENZA ELETTRICA PER USO DOMESTICO-RESIDENZIALE

Per non pagare il canone Rai 20202 in bolletta, i titolari di un’utenza elettrica per uso domestico-residenziale devono dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza è presente una televisione.

La dichiarazione sostitutiva ha validità annuale e va presentata tramite un’applicazione web sul sito dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel.

In alternativa, il modello può essere inviato tramite raccomandata senza busta (insieme alla copia di un documento) all’indirizzo Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Chi invia la dichiarazione sostitutiva entro il 31 gennaio ha diritto all’esenzione per tutto il 2020. Altrimenti, per gli invii effettuati fra il primo gennaio e il 30 giugno l’esenzione scatta solo nel secondo semestre.

Ecco il modello e le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate:

Modello di dichiarazione sostitutiva per il canone Rai – pdf

Istruzioni di compilazione della dichiarazione sostitutiva – pdf

Aggiornamento del modello e delle istruzioni – pdf

Commenta