Condividi

California: pericolo diga, 200mila evacuati

La diga più grande dello Stato rischia di collassare dopo le forti piogge dell’ultimo periodo: il suo crollo provocherebbe l’allagamento dell’intera zona circostanza, che verrebbe allagata – Emessa un’allerta inondazione e dichiarato lo stato di emergenza.

California: pericolo diga, 200mila evacuati

La diga di Oroville spaventa la California. Si tratta della diga più grande dello Stato, a circa 250 chilometri a nord-est di San Francisco, e rischia il collasso. Le forti piogge dell’ultimo periodo, infatti, avrebbero indebolito il canale di scolo della struttura, alta circa 230 metri, che ora potrebbe causare un’enorme inondazione nell’intera zona.

Sono circa 200mila le persone evacuate dalle loro abitazioni. E’ stata, infatti, emessa un’allerta inondazione dal servizio metereologico nazionale, e da mercoledì sono previste ancora piogge. Oroville, Palermo, Gridley, Thermalito, South Oroville, Oroville Dam, Oroville East e Wyandotte sono state abbandonate, ed è stato dichiarato lo stato di emergenza.



La rottura del canale di scolo della struttura causerebbe “un rilascio incontrollato delle acque del lago di Oroville”. Le autorità stanno tentando di ridurre il foro usando delle rocce, per diminuire la pressione sullo sfioratore, ma, come confermato dallo sceriffo della conte di Butte Kory Honea, “ci sono ancora molte incognite”. Intanto, dunque, si è deciso di procedere con l’evacuazione dell’intera zona.

Commenta