Condividi

Bp aumenta i dividendi dopo i buoni risultati terzo trimestre

La compagnia petrolifera ha chiuso il terzo trimestre con profitti per 5,2 miliardi di euro, in calo su base annua, ma molto migliori delle aspettative a 4,1 miliardi di euro – L’aumento del 12,5% del dividendo, a 9 centesimi per azione, serve a restituire fiducia agli investitori.

Bp aumenta i dividendi dopo i buoni risultati terzo trimestre

A seguito dei risultati della trimestrale, assai migliori del previsto, la compagnia petrolifera BP ha alzato per la seconda volta in meno di un anno il dividendo, mentre si profila all’orizzonte una battaglia legale con le autorità Usa riguardo la fuoriuscita di petrolio nel Golfo nel 2010.

Nel terzo trimestre, infatti, i profitti della compagnia, nonostante un calo rispetto ai 5,5 miliardi raccolti nello stesso periodo dell’anno precedente, si sono attestati sui 5,2 miliardi, contro aspettative ben più negative di un profitto di 4,1 miliardi di dollari e in netto aumento rispetto ai 3,7 miliardi del secondo trimestre. A controbilanciare gli effetti della riduzione dell’attività e del calo del prezzo del petrolio sono intervenuti i buoni margini di raffinazione e l’elevata disponibilità di capacità delle raffinerie.



L’aumento del 12,5% del dividendo, a 9 centesimi per azione, si spiega soprattutto col tentativo di Bp di riguadagnare la fiducia degli investitori dopo la brusca interruzione dei pagamenti agli azionisti intervenuta a seguito della fuoriuscita di Macondo.

Commenta