Condividi

Borse prudenti in attesa dati Usa, Milano la più debole

Gli operatori aspettano gli indicatori sul lavoro, previsti stabili – Piazza Affari è la più debole, spread Btp-Bund in calo – Bene Autogrill e Enel green power in vista della trimestrale – In controtendenza anche Prysmian e Saipem – Cali pesanti per le banche

Borse prudenti in attesa dati Usa, Milano la più debole

I mercati mostrano prudenza in attesa delle prossime indicazioni sulla salute dell’eocnomia americana: nel pomeriggio verranno pubblicati i dati sulla disoccupazione e sul mercato del lavoro Usa. Il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere stabile al minimo degli ultimi sette anni. Un importante indicatore per capire se l’economia è sul quel sentiero di crescita che ha indotto la Fed ha terminare gli acquisti di asset sul mercato. Ieri invece Draghi ha indicato che la Bce è compatta nella volontà di varare nuove azioni a sostegno dell’economia se dovesse esesre necessario, espandendo il bilancio dell’Eurotower fino a 1 trilione di dollari se le misure appena varate con Abs e covered bond non dovessero essere sufficienti.

Milano cede oltre l’1% appesantita dalle banche che si muovono deboli insieme al settore europeo, Parigi, Londra e Francoforte. In Germania, dopo il dato deludente sugli ordini pubblicato ieri, a settembre la produzione tedesca è cresciuta dell’1,4% su mese, sotto le stime degli analisti di +1,8%.



Madrid cede lo 0,54%.I dati provvisori per il mese di settembre indicano un miglioramento della produzione industraile spagnola, con una crescita dell’1% su base annua, contro il rallentamento dello 0,3% di agosto e dell’1% di luglio.Rimane stabile, invece, il livello della produzione industriale francese che, stando ai dati diffusi dall’Insee, nel mese di settembre non ha fatto segnare alcuna variazione rispetto al mese precedente, dopo il calo dello 0,2% registrato ad agosto. Migliora l’industria manifatturiera: +0,6% su agosto.

Dopo che Putin in un’intervista ai media cinesi, ha parlato di un complotto politico internazionale dietro il calo del prezzo del petrolio che sta colpendo l’economia russa, il rublo in mattinata ha toccato il nuovo record negativo a con il l’euro che è salito a quota 60 rubli.

Piazza Affari dopo un avvio positivo è passata in territorio negativo mentre lo spread Btp-bund è in calo a 153 punti base. In fondo al Ftse Mib le banche Bper -3,49%, Banco Popolare -3,25%, Unicredit -3,25%, Ubi Banca -2,58%. In controtendenza tra i migliori Autogrill +3,38%, Prysmian +2,48%, Saipem +1,82%. In evidenza anche Moncler +1,65%. Enel Green Power +1,38% dopo i contratti in Cile da 2,3 miliardi e in attesa dei conti trimestrali.

In calo Cattolica -6,92% . Lunedì parte l’aumento di capitale da 500 milioni. Balza invece Snai +10,98% grazie ai risultati sopra le attese

Commenta