Condividi

Borse, l’Asia sale ancora in scia a S&P 500

La Fed sta per terminare la sua politica di acquisto mensile di bond per sostenere l’economia e dovrebbe lasciare inalterati i tassi.

Borse, l’Asia sale ancora in scia a S&P 500

Le borse asiatiche sono avanzate per il quarto giorno, trascinate dallo Standard & Poor’s 500 che ha sfiorato livelli record. L’ottimismo cresce tra gli investitori riguardo utili aziendali e dati economici in attesa di un annuncio da parte della Federal Reserve americana. 

L’indice MSCI Asia Pacific guadagnava lo 0,4%, posizionandosi a quota 139.32 alle 9:01 del mattino a Tokio, prima che i mercati aprissero in Cina e ad Hong Kong. Il balzo, come si diceva, segue un aumento dello S&P 500, salito dell’1,2% ieri. La Fed sta per terminare la sua politica di acquisto mensile di bond per sostenere l’economia e dovrebbe lasciare inalterati i tassi, secondo un sondaggio di Bloomberg tra i principali analisti. 



“Abbiamo assistito a un rafforzamento della fiducia dei consumatori. Aumentano anche le aspettative di una Fed ‘colomba’” spiega Jasper Lawler, market analyst di CMC Markets Plc a Londra. “Se la Fed termina la sua politica di acquisti e mantiene i tassi a questi livelli i mercati avreanno ciò di cui hanno bisogno”. 

Il giapponese Topix guadagnava lo 0,7% in un giorno in cui Nomura rendeva noti profitti superiori alle aspettative e la produzione industriale è risultata in aumento a settembre. L’indice sudcoreano Kospi è aumentato dello 0,7 per cento. L’australiano S&P/ASX 200 avanzava dello 0,2% e il neozelandese  NZX 50 faceva un balzo dello 0,3 per cento. 


Allegati: Bloomberg

Commenta