Condividi

Borsa: rimbalzi Mps, Snam e Terna spingono il Ftse Mib

Montepaschi strappa sostenuta dalla indiscrezioni su 10 miliardi in arrivo da Hong Kong – Tutte le utilities riprendono fiato.

Borsa: rimbalzi Mps, Snam e Terna spingono il Ftse Mib

Dopo il -41% di ottobre e il +1,48% di ieri, prosegue questa mattina il rimbalzo del titolo in Borsa di Mps, che a un’ora dall’apertura strappa di oltre dieci punti percentuali, a 0,683 euro, mettendo a segno il miglior rialzo del Ftse Mib. 

A sostenere la quotazione della Banca senese – che domenica ha annunciato un aumento di capitale per colmare la mancanza di capitale da 2,1 miliardi segnalata dagli stress test Bce – sono le indiscrezioni circolate ieri in serata: il fondo di Hong Kong Nit Holdings sarebbe pronto a investire 10 miliardi di euro nell’istituto. L’offerta sarebbe già stata notificata alla Bce e alla Banca d’Italia, in vista del Cda Mps del 5 novembre. Da Siena, in ogni caso, negano di aver ricevuto offerte da oriente. 



A sostenere il Ftse Mib (+1,07%) sono anche i rialzi di Snam (+5%) e Terna (+2,3%), che ieri avevano perso rispettivamente l’11,32% e il 6,67%. In questo caso il rimbalzo arriva dopo che l’Autorità ha precisato come nel calcolo delle tariffe di stoccaggio, riguardanti Snam, non sarà prevista inflazione stabile. 

In generale, è una seduta di forte recupero per tutti i titoli energetici: Enel +2,5% e Enel Green Power +1,8%. 

Commenta