Condividi

Borsa, Inwit strappa al debutto

L’ad Cicchetti: “Vediamo di fronte un paio di anni in cui potrebbe esserci un percorso di consolidamento del settore e Inwit ha le caratteristiche per partecipare” – Tra i soci rilevanti dell’azienda spunta anche il fondo dell’università di Harvard

Borsa, Inwit strappa al debutto

Debutto sprint per il titolo in Borsa di Inwit. Al primo giorno di quotazione, la società che gestisce le torri di trasmissione di Telecom Italia guadagna il 9,75% a metà mattina, a 4,006 euro, contro i 3,65 euro del prezzo di collocamento.

Tra i soci rilevanti dell’azienda spunta anche il fondo dell’università di Harvard, che – secondo quanto si apprende – al termine dell’offerta di vendita avrebbe in portafoglio il 2,6% del capitale. Un altro 3% di Inwit fa capo invece al fondo Threadneedle, azionista anche di Ei Towers.

“Vediamo di fronte un paio di anni in cui potrebbe esserci un percorso di consolidamento del settore e Inwit ha le caratteristiche per partecipare – ha dichiarato Oscar Cicchetti, amministratore delegato della società –. Siamo soddisfatti avevamo una storia solida, il fatto che sia stata apprezzata dal mercato ci ha fatto piacere. Ci sono i più grandi nomi della finanza mondiale, il più grande è al di sotto del 2%”.

A chi gli chiedeva del consolidamento del settore delle torri in Italia, l’ad di Inwit ha poi precisato: “Non crediamo ci siano molte sinergie tra torri broadcasting e di tlc ma noi comunque facciamo torri”.

Infine, per quanto riguarda il dividendo, “non abbiamo annunciato una politica – ha ricordato Cicchetti –, lo deciderà il Cda. Per il momento abbiamo solo detto che abbiamo poco debito”.

Raffaele Jerusalmi, ad di Borsa Italiana, ha detto che Inwit “è la settima società per capitalizzazione e la nona per raccolta”.

Commenta