Condividi

Borsa, il buyback infiamma Salini Impregilo

Via libera a maggioranza all’operazione di buyback fino al 10% del capitale – Pietro Salini: “L’operazione è al servizio dell’obiettivo primario di creazione di valore per gli azionisti, accrescendo il total shareholder return e contribuendo, tra l’altro, alla distribuzione di liquidità”.

Borsa, il buyback infiamma Salini Impregilo

L’assemblea degli azionisti di Salini Impregilo ha dato il via libera a maggioranza all’operazione di buyback fino al 10% del capitale deliberata in agosto dal Cda. Dalla lettura del libro soci, è emerso che Salini Costruttori detiene il 63,04% del capitale e che nessun altro socio supera la soglia rilevante del 2%. All’assemblea di oggi era presente il 70,78% del capitale ordinario.

In scia alla notizia, a poco più di un’ora dalla chiusura, il titolo in Borsa di Salini Impregilo guadagna oltre due punti e mezzo percentuali, a 3,19 euro.



“Si tratta di dotare la società di uno strumento ampiamente diffuso tra le società quotate – ha spiegato l’ad Pietro Salini –. In Italia circa il 60% delle quotate appartenenti al Ftse Mib, rappresentativo di oltre il 95% della capitalizzazione del mercato azionario, ha approvato una delibera sull’acquisto di azione proprie e all’estero, negli ultimi 12 mesi, le società americane hanno effettuato acquisti nell’ambito di buyback per oltre 500 miliardi di dollari”.

In un’ottica di investimento, l’acquisto di azioni proprie, ha proseguito Salini, “è coerente con gli obiettivi del piano industriale della società e si pone peraltro al servizio dell’obiettivo primario di creazione di valore per gli azionisti, accrescendo il total shareholder return, contribuendo, tra l’altro, alla distribuzione di liquidità agli azionisti”.

Commenta